conversione permesso da motivi di studio a lavoro

Rispondi
Mazzantini.Rebekka
Messaggi: 12
Iscritto il: gio gen 26, 2017 9:54 am

conversione permesso da motivi di studio a lavoro

Messaggio da Mazzantini.Rebekka » mer mar 07, 2018 10:40 am

Una cittadina cubana ha conseguito la laurea magistrale in Scienze e Tecnologie della produzione animale all'Università di Pisa.
Il suo permesso di studio scade il 01/06/2018.
Vorrebbe convertire il permesso e sta valutando diverse opzioni:
- in motivi di lavoro (sta già lavorando), ma il contratto scade il 05/08/2018 è un part time di sole 2 ore al giorno, sta comunque cercando qualcosa di meglio. Inoltre si chiede se il fatto che qui abbia conseguito solo la laurea specialistica (la triennale l'ha conseguita a Cuba e le è stata riconosciuta) sia sufficiente per i crediti, tra i requisiti richiesti per questo tipo di conversione c'è infatti:
Laurea specialistica/magistrale (300 crediti, comprensivi dei 180 crediti universitari della Laurea o 180 CFU della Laurea oltre ai 120 CFU per la Laurea magistrale), credo che il riconoscimento del titolo di studio comprenda anche i crediti, ma vorrei avere conferma.

- per attesa occupazione (ma vorrebbe capire se può mantenere il lavoretto che ha)
- per tirocinio o formazione

Vi chiediamo cortesemente di valutare la situazione ed indicare il percorso più idoneo alla ragazza.Grazie rebekka

adirmigranti
Messaggi: 413
Iscritto il: gio nov 24, 2016 5:15 pm

Re: conversione permesso da motivi di studio a lavoro

Messaggio da adirmigranti » mer mar 07, 2018 11:14 am

Gent.ma Rebekka,
dalle informazioni che ci fornisci diremmo che la soluzione possa essere quella dell'iscrizione al centro per l'impiego innanzitutto, anche ai fini di una richiesta di permesso per attesa occupazione. Il lavoretto di 2 ore al giorno dovrebbe comportare un reddito pari almeno all'assegno sociale ai fini di una conversione direttamente in lavoro subordinato: da questo punto di vista ci sono 3 mesi ca. per eventualmente incrementare le ore lavorative nell'attuale rapporto di lavoro, oppure trovarne uno nuovo che fornisca una base di maggiore stabilità economica.
Ricordiamo che nel caso che ci poni la conversione può avvenire al di fuori delle quote di cui al decreto flussi:
http://www2.immigrazione.regione.toscan ... 2-com11bis

Lasciamo però ogni tipo di valutazione e l'individuazione del percorso ritenuto più idoneo all'interessata e allo sportello di I° livello, che nella diretta interazione con l'utenza ha la possibilità di creare una forma di fiducia e di interazione costruttiva, che il servizio di consulenza di II° livello non potrà mai raggiungere (per definizione).

a disposizione per ogni chiarimento e/o aggiornamento
cordialmente

Rispondi