PSe lungo soggiornanti UE in nucleo numeroso e con contratti di lavoro solo in parte a tempo indeterminato

Rispondi
Mauri.Clara
Messaggi: 444
Iscritto il: lun gen 16, 2017 8:50 am

PSe lungo soggiornanti UE in nucleo numeroso e con contratti di lavoro solo in parte a tempo indeterminato

Messaggio da Mauri.Clara » mer mar 21, 2018 7:29 pm

Nucleo composto dai genitori e da quattro figli di età compresa fra i 19 e i 25 anni.
A causa delle scarse opportunità lavorative offerte al nostro territorio non era stato finora possibile sperare di potere inoltrare domanda di PSE lungo soggiornanti anche solo per qualcuno; quest'anno la situazione é parecchio migliorata.

Il padre ha lavorato regolarmene un mese nell'anno 2017; la madre lavora come colf ad ore e con contratto a tempo indeterminato: CUD da alcuni anni di circa 4000 euro. Una figlia ha un contratto a tempo indeterminato e un cud di circa 11000 euro. Un figlio termina la scuola superiore ed ha un reddito da lavoro stagionale e piccola indennità di disoccupazione: totale circa 5000/6000 euro.
Una figlia frequenta l'Università e ha un reddito da lavoro stagionale e piccola indennità di disoccupazione dirica 7500 euro.
Il figlio primogenito, che ha 25 anni, nel 2017 ha lavorato da maggio ad agosto con due società interinali ma sempre presso la stessa ditta
e ha buste paga per un totale di euro 7000 + 2300 indennità di disoccupazione. Questo figlio ha fatto uno stage presso una ditta in gennaio e febbraio 2018 e ha un compenso per stage con buste paga per complessivi 1200 euro, dopodiché poi é stato assunto da questa ditta attraverso un'agenzia interinale per ora per un mese dal 20/03/2018 al 20/04/2018 con busta paga da contratto di circa 1600 euro al mese.

Concludendo se io sommo i CUD 2018 (redditi 2017) di tutta la famiglia la cifra é piuttosto alta. Ppurtroppo i PSE scadranno fra 4 gg., prima non c'erano i CUD e quindi era impossibile capire la situazione.

Anche se sembra un pò assurdo continuerei a rinnovare per famiglia a carico della madre e integrando con il suo reddito altrimenti dovrei chiedere un PSE con contratto a tempo determinato precisamente di un mese.

Tutti loro speravano che avendo complessivamente nel 2017 un discreto reddito familiare potessi inoltrare più domande di PSE lungo soggiornanti.

Per ora vorrei solo che voi mi potreste rassicurare sul fatto che é obiettivamene possibile chiedere un PSE lungo soggiornanti per la figlia con contratto a tempo indeterminato e tutti gli altri rimangono con un permesso per famiglia, poi nel corso dell'anno per il primogenito e infine nel 2019 per gli altri due figli si vedrà se ci sono le condizioni per PSE lungosoggiornanti.

Avatar utente
adirmigranti
Messaggi: 843
Iscritto il: gio nov 24, 2016 5:15 pm

Re: PSe lungo soggiornanti UE in nucleo numeroso e con contratti di lavoro solo in parte a tempo indeterminato

Messaggio da adirmigranti » gio mar 22, 2018 12:55 pm

Salve
abbiamo provveduto a modificare e correggere il suo quesito per renderlo leggibile e fruibile a tutti.
La nostra risposta a differenza del quesito, sarà molto sintetica: essendo lei lo sportello di I° livello faccia lei i calcoli sul reddito richiesto quale requisito per ottenere il PSE UE in caso di richiesta di familiari a carico.

Vista la complessa situazione familiare che ci rappresenta, visto che tutti i figli sono maggiorenni, diremmo che ogni componente potrà chiedere il rilascio del PSE UE per sé stesso dimostrando un reddito personale di almeno 5900 € ca.
Per i componenti il nucleo familiare che non possono dimostrare un reddito personale si tratterà di stabilire preliminarmente quale familiare convivente dovrà farsi carico degli stessi.

Ad esempio i figli potrebbero risultare autonomi rispetto ai genitori e i genitori presentare i propri redditi da soli, oppure uno dei figli, quello ovviamente con la situazione occupazionale più stabile e redditizia potrebbe prenderli in carico per estendere anche a loro il diritto ad ottenere il PSE UE. In questo senso le combinazioni possono essere varie ma ciò che conta è sempre la sostanza. Essendo tutti i figli maggiorenni, ovviamente saranno escluse tutte le soluzioni che prevedano gli stessi a carico dei genitori, soluzione che potrà valere eventualmente soltanto ai fini di un rinnovo (come lei stessa afferma) per motivi familiari (sulla scorta della direttiva del Ministero degli Interni del 28 marzo 2008, c.d. "direttiva Amato").

Quella che segue è la tabella dei redditi sulla base dell'importo dell'assegno sociale per l'anno 2018:
€ 8.833,5 per il ricongiungimento di 1 familiare
€ 11.778 per il ricongiungimento di 2 familiari
€ 14.722,5 per il ricongiungimento di 3 familiari
€ 17.667 per il ricongiungimento di 4 familiari
(€ 2994,5 per ogni ulteriore componente)
€ 11.778 per il ricongiungimento di 2 o più figli di età inferiore a 14 anni
€ 14.722,5 per il ricongiungimento di 1 familiare e 2 o più figli di età inferiore a 14 anni
€ 17.667 per il ricongiungimento di 2 familiari e 2 o più figli di età inferiore a 14 anni

Prospetti tale tabella agli interessati e sulla scorta delle singole dichiarazioni dei redditi, valutate assieme quale sia eventualmente la soluzione che possa permettere a quanti più componenti della famiglia di ottenere effettivamente il PSE UE per soggiornanti di lungo periodo.

Cordialmente

Mauri.Clara
Messaggi: 444
Iscritto il: lun gen 16, 2017 8:50 am

Re: PSe lungo soggiornanti UE in nucleo numeroso e con contratti di lavoro solo in parte a tempo indeterminato

Messaggio da Mauri.Clara » gio mar 22, 2018 7:37 pm

Parlando con il marito ho avuto il tempo per riflettere su questa complessa situazione famigliare.
Riassumo: é ovvio che per la figlia con contratto a tempo indeterminato che lavora nello stessa gelateria da febbraio 2017 ed ha un Cud Ok e le buste paga dei mesi gennaio marzo 2018 ok . Senza alcun dubbio si inoltrerà Kit postale con la richiesta di PSE lungo soggiornanti.
Il dubbio rimane per la madre e per il figlio primogenito

La madre che in passato aveva lavorato con contratti più robusti ora lavora da anni come colf con contratto a tempo indeterminato, ma il suo reddito da alcuni anni si aggira sui 4000 euro: vi chiedo può la madre chiedere PSE lungo soggiornanti integrando con il reddito di tutti i figli?
Avendo il marito e i figli che studiano e lavorano a carico dovrebbe dimostrare di avere un reddito di 17.... euro v tabella.
Riferendoci ai CUD 2018 nessun problema ma ad oggi il reddito che posso presumere di avere nel 2018 é il suo + quello della figlia che lavora con contratto a tempo indeterminato + quello del figlio primogenito se continuerà a lavorare presso la ditta dove ha fatto due mesi di Stage e dove é stato assunto con un contratto per ora di un mese ( attraverso però un'agenzia interinale) e una busta paga da contratto di 1500 euro mensili, ma che ancora non può avere perché é stato assunto da due giorni.
In questa situazione ha senso chiedere per la mamma un PSE lungo soggiornanti ?
Ovviamente i figli che lavorano e studiano li mantengo con un permesso per famiglia e ovviamene il marito
Che fare?

L'altro dubbio è come già descito nella mia precedente e-mail cosa fare con il figlio primogenito titolare di PSE per famiglia : lavora dal 2017 nel 2017 ha lavorato dal mese di aprile fino a fine dicembre la ditta dell'anno scorso l'ha chiamato, ma avendo in corso uno stage con la ditta attuale che é una delle ditte più consistenti nel territorio ha preferito continuare lo stage nella speranza di essere poi assunto come infatti é stato per ora con un contratto di un mese.

Se inoltriamo Kit per PSE UE lungo soggiornanti quali obiezioni solleverà la Questura'? ma se non è possibile percorrere questa strada
e chiediamo un permesso per motivi di lavoro cosa succederà? e se chiedo di nuovo famiglia non sembra un pò ridicolo?
Per domani pomeriggio tutti i kit devono essere pronti lunedì scadono i PSE di tutti essendo tutti collegati alla mamma sono ragazzi che si faranno una strada hanno tante doti lavorare a Massa è difficilissimo.

Avatar utente
adirmigranti
Messaggi: 843
Iscritto il: gio nov 24, 2016 5:15 pm

Re: PSe lungo soggiornanti UE in nucleo numeroso e con contratti di lavoro solo in parte a tempo indeterminato

Messaggio da adirmigranti » ven mar 23, 2018 11:46 am

Non possiamo che ribadire i concetti espressi con la risposta precedente: si dovrà scegliere chi rinnova il permesso di soggiorno per motivi di lavoro, innanzitutto sulla base di un contratto di lavoro in essere; sulla base del reddito si dovrà decidere quindi chi possa prendersi in carico i familiari (genitori-figli, figli-genitori).

In ogni caso è sempre meglio chiedere un rinnovo per motivi familiari da parte dei figli nei confronti dei genitori; allo stesso tempo se i genitori non raggiungono neppure il reddito minimo per sè stessi, certamente dovrà essere prodotto il reddito di tutti, quantomeno per un rinnovo per motivi familiari in favore dei figli e del marito, non ancora assunti stabilmente.
Certamente non vale la pena chiedere mai in casi del genere il permesso per attesa occupazione, dato che sarà eventualmente la Questura, qualora non ritenesse di rinnovare per famiglia, a prospettare tale ipotesi: vale la pena comunque consigliare ai figli e al marito (quelli che non hanno un rapporto di lavoro attuale) di iscriversi al CPI avendo un permesso ancora valido.

Non potendo prevedere come risponderà la questura in ogni singola ipotesi da lei posta, consigliamo di allegare ad ogni istanza le dichiarazione dei redditi di ogni componente la famiglia, chiedendo quanto meno un permesso di soggiorno per motivi familiari, dovendo poi la questura, se dal caso, motivare un futuro diniego con una comunicazione ex art 10 bis, L. 241/90 a cui sarà possibile rispondere con osservazioni scritte.

Cordialmente

Rispondi