permesso di soggiorno per studio a rischio

Rispondi
Mauri.Clara
Messaggi: 437
Iscritto il: lun gen 16, 2017 8:50 am

Ingresso per motivi di studio

Messaggio da Mauri.Clara » lun mar 05, 2018 7:51 pm

Un cittadino del Marocco é regolarmente entrato in Italia con visto per motivi di :
STUDIO (corso singolo universitario)
TIPO DI VISTO D MULTIPLO durata 200 gg valido dal 15/11/2017 al 17/06/2018
é entrato il 20/11/2017

Il Corso di Studi scelto é L'Accademia di Belle Arti di Carrara, se ho capito bene aveva già frequentato l'accademia di belle arti nel suo paese, é appassionato di scultura e voleva venire in Italia a Carrara per coltivare la sua passione.
Ha trovato molte difficoltà innanzitutto la non conoscenza della lingua italiana e credo anche una scarsa conoscenza della lingua francese, gli ha creato enormi difficoltà nei rapporti con la segreteria. Essendo arrivato tardi non ha potuto partecipare al bando per alloggio, esenzioni mensa, ecc e quindi si é dovuto trovare sistemazioni provvisorie presso altri stranieri.
Un insegnante gli ha consentito di frequentare il suo corso , ma alla fine non riuscendo a pagare la tassa di iscrizione che supera euro mille di fatto non può nè frequentare nè dare esami,
Ha presentato con Kit postale un richiesta di rilascio di PSE per studio che deve completare con iscrizione al SSN e dichiarazione di domicilio da parte di chi lo ospita.
E' giovane e non ha contatti con altri immigrati del suo Paese e la sua famiglia in Marocco non ha possibilità economiche.
Mi ha precisato he in Marocco per avere il visto ha dovuto fare un deposito in Banca come forma di garanzia e che non lo può usare finché non dimostra di essersi iscritto.
Mi è stato molto difficile raccogliere tutte queste informazioni da lui; mi potete innanzitutto spiegare come può essere che abbia un visto per un percorso di studi così particolare e poi arrivi in novembre (ovviamente é entraqto non appena haa ottenuto il visto) quando ormai non può più chiedere di ottenere agevolazioni per alloggio mensa e altro??
Mi potete spiegare come funziona questo fondo di garanzia se sono soldi che lui può usare per vivere qui, per fare l'iscrizione e pagarsi la tassa di iscrizione al SSN?
Dall'accademia dicono che non avendo pagato la tassa di iscrizione da questo mese non può assolutamente presentarsi in segreteria.

Vorrei qualche certezzza in mezzo a tanta confusione perchè trovo assurdo che si arrivi in Italia con un visto così importante e poi ci sitrovi in un mare di problemi.

Infine non capisco perchè ha un visto di 200 gg non avrebbe dovuto essere di un anno???

Non essendo Massa sede di Università e avendo l'Accademia soprattutto studenti provenienti da Paesi dell'estremo oriente non ho esperienze concrete prima di questo caso con l'Accademia, si sono presentati in Ufficio in questi anni studenti univeristari iscritti in altre città universitarie per rinnovare i loro permessi, ma non per il priimo rilascio come in questo caso.
Per caso quando l'ho accompagnato in questura per il fotosegnalmento una cittadina del Marocco che si era anni fa iscritta all'Università di Pisa gli ha detto che aveva avuto le sue stesse difficoltà e alla fine essendo arrivata quando c'era una sanatoria aveva chiesto un permesso per lavoro rinunciando a studiare.

Potete inviarmi qualche chiarimento affinchè possa concretamente aiutarlo? all'Acadenmi a dicono che é solo un problema di tassa di iscrizione non pagata.

Avatar utente
adirmigranti
Messaggi: 821
Iscritto il: gio nov 24, 2016 5:15 pm

Re: Ingresso per motivi di studio

Messaggio da adirmigranti » mar mar 06, 2018 6:58 pm

Sinceramente non abbiamo molti chiarimenti da poterle fornire dato che ci sembra che il ragazzo avesse avuto ampiamente le indicazioni di che cosa avrebbe potuto e dovuto fare, già al momento del rilascio del visto.
Da questo punto di vista evidentemente casca tutta la costruzione se togliamo le fondamenta: l'iscrizione al corso di studi sulla base della quale è stato ottenuto il visto, la disponibilità di mezzi di sussistenza in Italia e l'iscrizione volontaria al SSR sono infatti i documenti che debbono essere inseriti col kit postale per la richiesta del primo permesso per studio:
http://www2.immigrazione.regione.toscan ... pa_prov=MS

Ci dispiace ma non siamo in grado di darle soluzioni, se non quello di seguire le indicazioni di cui sopra

cordialemnte

Mauri.Clara
Messaggi: 437
Iscritto il: lun gen 16, 2017 8:50 am

Re: Ingresso per motivi di studio

Messaggio da Mauri.Clara » mar mar 06, 2018 7:31 pm

Quello che non si riesce a capire è se il deposito che ha fatto in Marocco a garanzia del suo soggiorno in Italia per motivi di studio può essere subito usato dallo studente al momento del suo ingresso in Italia e quindi anche per pagare la tassa universitaria; quello che capiamo da luié che dovrebbe fare l'iscrizione e poi potrebbe usare questo deposito fatto in Marocco presso una banca.
Questo giovane al contrario non ha avuto le informazioni necessarie.
L' altro punto che vi chiediamo cortesemente di chiarire é cosa significa quella precisazione fra parentesi sul visto come da me riportato.

E infine perché il visto ha la durata di soli 200gg

Ringrazio

Avatar utente
adirmigranti
Messaggi: 821
Iscritto il: gio nov 24, 2016 5:15 pm

Re: Ingresso per motivi di studio

Messaggio da adirmigranti » mer mar 07, 2018 10:57 am

Il visto ha durata 200 gg. perché quella immaginiamo sia la durata del "corso singolo universitario" (si informi con la segreteria amministrativa sulle differenze tra corso di laurea e corso singolo) a cui il richiedente il visto ha dichiarato al consolato di volersi iscrivere, dimostrando di averne i requisiti richiesti, compreso quello relativo al possesso di risorse economiche sufficienti.

Non sapendo cosa altro aggiungere
cordialmente

Mauri.Clara
Messaggi: 437
Iscritto il: lun gen 16, 2017 8:50 am

Re: Ingresso per motivi di studio

Messaggio da Mauri.Clara » gio apr 19, 2018 8:31 pm

Con grande difficoltà il giovane in oggetto é riuscito a consegnare l'iscrizione al sistema sanitario e forse grazie all'appoggio del volontariato potrà pagare la tassa di iscrizione al corso e quindi procedere dopo avere avuto il permesso di soggiorno ad aprire un conto corrente in Itlaia e fare arrivare in Italia i soldi depositati in Marocco.

Volevo solo che voi mi chiariste questo: avendo preso contatti con la Questura so che quando consegna l'iscrizione al percorso di studi per il quale é stato autorizzato ad entrare in Italia la questura rilascia il permesso di soggiorno;suppongo che ottenuto il permesso di soggiorno questo giovane potrà continuare a studiare in Italia, rinnovando di anno in anno il permesso per motivi di studio. Oppure il tipo di visto può creargli un problema?
Credo che se un cittadino Non UE ha un permesso per studio per un corso universitario triennale ottenuto il permesso non ha più bisogno di chiedere nuovamente il visto di ingresso entra in Italia con iil permesso per motivi di studio che gli é stato rilasciato dopo il suo primo ingresso e quindi anche nel caso di questo giovane questa dovrebbe essere la procedura . Potete confermarmelo?

Mauri.Clara
Messaggi: 437
Iscritto il: lun gen 16, 2017 8:50 am

permesso di soggiorno per studio a rischio

Messaggio da Mauri.Clara » lun ago 06, 2018 6:45 pm

Riprendo il caso su cui abbiamo già avuto ampie possibilità di approfondimento.
Mi riferisco al caso da me inviato la prima volta il 5/03/2018; purtroppo questo giovane cera entrato in Italia con regolare visto di studio rilasciato dall'Ambasciata italiana in Marocco (v.dettagli già illustrati nelle precedenti consulenze); non gli é stato rilasciato il permesso di soggiorno perché non é riuscito a pagare la tassa di iscrizione all'Accademia anche se era entrato con i documenti necessari per l'iscrizione all'Accademisa; preciso che all'Accademia di belle arti non esistono corsi singoli; forse il visto "per corso singolo" è stato erroneamente indicato dall'Ambasciata. Il problema é stato solo di natura economica; per farsi inviare i soldi depositati in Marocco proprio per garantire il suo mantenimento avrebbe dovuto avere un conto corrente in Italia, ma per aprire un conto corrente in Italia avrebbe dovuto avere il permesso di soggiorno. Avevo sperato con l'aiuto del volontariato che fosse possibile fagli un prestito sociale e invece non avendo lui un reddito non era possibile ricorrere al prestito sociale. Altri speravano che la Questura potesse risolvere il problema.
Ovviamente era impossibile;il giovane che finalmente incomincia a capire e parlare anche se ancora con molta fatica l'italiano si è recato in Questura e gli hanno scritto fortunatamente a chiare lettere che deve portare l'iscrizione all'Accademia, iscrizione che lui non ha; gli era stata rilasciata una lettera dall'accademia inizialmente ma non avendo pagato lui la tassa di iscrizione non é in realtà iscritto.
Questo giovane in tutti questi mesi da Novembre a oggi ha fatto molta fatica a procurarsi lo stretto necessario per vivere, ospitato o da diversi stranieri, attualmente da marocchini, ma deve nuovamente cercare un altro alloggio.
E' veramente il classico caso del pesce d'acqua salata che si trova avivere in acqua dolce; questa situazione mi fa riflettere su come siamo veramente poco organizzati ad accogliere gli stranieri.
Chiedo cortesemente questa ultima precisazione : qualora riuscisse a pagare la tassa di iscrizione, iscrivendosi ovviamente al primo anno per l'anno accademico 2018/2019 la Questura potrebbe rilasciare il permesso di soggiono avendo l'interessato ancora la ricevuta in mano e avendo pagato l'assicurazione sanitaria per l'intero anno 2018?
Non sono mai andata in questura per questo caso ad eccezione del giorno del fotosegnalamento altri si sono interessati ma in realtà senza risultati, perchè oviamente doveva essere fatta l'iscrizione innanzitutto; é vero che l'interessato aveva la lettera rilasciata all'inizio dall'Accademia ma doveva essere completata con il pagamento della tassa.
Se chiarito ill problema con la Questura e avuta per l'ultima volta da voi conferma che non c'é via d'uscita cioé che anche iscrivendosi ora per l'anno academico 2018/2019 rimarrebbe comunque l'impossibilità di sanare la non avvenuta iscrizione già nel 2017/2018 io credo che sia necessario mettere questo giovane di fronte alla realtà vale a dire che sta rischiando di diventare clandestino.
Credo tuttavia che se non c'é altra soluzione come credo, vorrei prospettargli la possibilità di rientrare volontariamente in Marocco.
Mi sapete dire chi é la referente dell'OIM a livello regionale?

Avatar utente
adirmigranti
Messaggi: 821
Iscritto il: gio nov 24, 2016 5:15 pm

Re: Ingresso per motivi di studio

Messaggio da adirmigranti » mar ago 07, 2018 11:03 am

Il rilascio del visto per un corso singolo significa che l'iscrizione vale solo per un anno quindi nutriamo più di qualche dubbio che tale permesso potrà essere rinnovato.

siccome davvero non sappiamo cosa altro aggiungere le incolliamo nuovamente quanto già le avevamo precisato: "Il visto ha durata 200 gg. perché quella immaginiamo sia la durata del "corso singolo universitario" (si informi con la segreteria amministrativa sulle differenze tra corso di laurea e corso singolo) a cui il richiedente il visto ha dichiarato al consolato di volersi iscrivere, dimostrando di averne i requisiti richiesti, compreso quello relativo al possesso di risorse economiche sufficienti."

a titolo esemplificativo si legga la scheda a cura della Università di Firenze:
https://www.unifi.it/cmpro-v-p-8738.html

Avatar utente
adirmigranti
Messaggi: 821
Iscritto il: gio nov 24, 2016 5:15 pm

Re: permesso di soggiorno per studio a rischio

Messaggio da adirmigranti » lun ago 20, 2018 5:34 pm

Salve,
per quanto riguarda il permesso di cui è stato chiesto il rilascio riteniamo ci debba essere un provvedimento della questura, che deve essere notificato all'interessato, di preavviso di diniego, indicante i motivi dello stesso. Ovviamente auguriamo all'interessato che la questura decida invece di rilasciare il permesso di soggiorno. In ogni caso è necessario conoscere l'esito finale del procedimento amministrativo in capo alla questura.

Per quanto riguarda la possibilità di ritorno volontario rimandiamo alla scheda di P.A.eS.I.:
https://www2.immigrazione.regione.tosca ... =node/1368

e alle schede OIM:
https://italy.iom.int/it/rvar-di-cittad ... nti-italia
Istruzioni e materiali per gli operatori:
https://italy.iom.int/it/aree-di-attivi ... /operatori

Cordialmente

Mauri.Clara
Messaggi: 437
Iscritto il: lun gen 16, 2017 8:50 am

Re: permesso di soggiorno per studio a rischio

Messaggio da Mauri.Clara » lun ago 20, 2018 6:40 pm

Vi ringrazio mi avevate già inviato il materiale di cui all'allegato.
Vi dico cosa ho pensato di questa situazione; questo giovane ha studiato in Marocco perchè aveva un forte interesse per la scultura che; la famiglia però non aveva mezzi economici; ha avuto in Marocco borse di studio; non ho il tempo per riprendere in mano tuttI i documenti che ha portato all'Accademia e che sono stati da lui consegnati per ottenere il visto;dal punto di vista degli studi nessun problema; il Direttore dell'Accademia ha detto che da questo punto di vista era tutto perfetto e che era solo necessario pagare la tassa di iscrizione.
Per trovare un senso a questa difficile situazione ho pensato che pur avendo aperto in Marocco un conto come previsto dalla normativa il deposito fosse troppo piccolo e per giustificare hanno dato un visto di 200gg. Ma sono assolutamente sicura che non ci si può iscrivere all'Accademia per un corso singolo bensì per l'intero percorso di studi.
Il conto esiste perché ha la carta di credito,ma non può usare i soldi depositati se non apre un conto in Italia; per aprire il conto deve avere il permesso ed essere residente e quindi avrebbe dovuto pagare subito la tassa di iscrizione se non erro di 1500;non aven do un lavoro non poteva neppure chiedere un prestito sul fondo del prestito sociale.
Un volontario fra l'altro ex bancario si è interessato e sperava di potere ottenere il rilascio del permesso per potere procedere all'apertura del conto.
Nessuno qui ha voluto/potuto aiutare;figuriamoci se qualcuno si é posto il problema del vistodi 200 gg..
Mi chiedo se l'Ambasciata sapeva che economicamente questo giovane non si poteva permettere gli studi all'Accademia di Carrara perché gli hanno rilasciato il visto? e infine perché avendo lui chiesto il visto in luglio l'ha ottenuto in novembre così non aveva nessuna possibilità di accesso agli alloggi per gli sudenti dell'accademia e neppure per la mensa.
In questa situzione credo che bisogna avere il coraggio di dirgli che deve tornare in Marocco finchè ha una ricevuta di richiesta di permesso di soggiorno in mano in mano; è sbagliato? per questo pensavo ai progetti RVA.

Avatar utente
adirmigranti
Messaggi: 821
Iscritto il: gio nov 24, 2016 5:15 pm

Re: permesso di soggiorno per studio a rischio

Messaggio da adirmigranti » mar ago 21, 2018 2:49 pm

Dalla scheda di P.A.eS.I. si evince chiaramente che il programma è rivolto, fra gli altri, ai "cittadini non comunitari che non soddisfano più le condizioni per il rinnovo del permesso di soggiorno;". Per consigliare tale strada dunque ribadiamo la necessità che si concluda il procedimento amministrativo, con esito negativo.

Non siamo ferrati sulle questioni bancarie, ma ci sembra di poter affermare con certezza che se ha un conto in Marocco e una carta di credito collegata allo stesso è proprio per poterla utilizzare nei circuiti internazionali, per cui non si comprende la sua affermazione "Il conto esiste perché ha la carta di credito,ma non può usare i soldi depositati se non apre un conto in Italia".

Non sapendo cosa altro aggiungere, non rilevando gli ulteriori dettagli che ci rappresenta con la sua ultima, le auguriamo buon lavoro.

Cordialmente

Rispondi