AGGIORNAMENTO ATTESTATI DI SOGGIORNO CITT. UE?

Rispondi
Avatar utente
Bontempelli.Sergio
Messaggi: 7
Iscritto il: dom mar 05, 2017 1:25 pm

AGGIORNAMENTO ATTESTATI DI SOGGIORNO CITT. UE?

Messaggio da Bontempelli.Sergio » mer apr 26, 2017 4:20 pm

Buonasera,

per le domande di cittadinanza / naturalizzazione, le Prefetture che istruiscono la pratica chiedono di norma che tutti i documenti di soggiorno siano "aggiornati": "aggiornati" significa non solo rinnovati e in corso di validità (cosa ovvia), ma anche muniti di tutte le informazioni più recenti relative al titolare (eventuale nuovo passaporto, dati di un figlio appena nato, cambio di residenza ecc.).

Per quanto riguarda i cittadini non comunitari, l'applicativo ministeriale sui permessi di soggiorno (il Portale Immigrazione) prevede espressamente la voce "aggiornamento", e i permessi di soggiorno vengono solitamente "aggiornati": tra l'altro sul Portale, come è noto a tutti, la voce "aggiornamento" è ben distinta dalla voce "rinnovo".

Diverso il caso dei cittadini UE, le cui attestazioni di soggiorno sono rilasciate dagli Uffici anagrafici dei Comuni.

Il problema si pone soprattutto nel caso dei beneficiari del diritto di soggiorno permanente, al momento del cambio di residenza.
Poniamo il caso di un cittadino comunitario che abbia ottenuto l'attestazione di soggiorno permanente dal Comune di Firenze, e poi decida di trasferirsi - sempre a mo' di esempio - nel Comune di Prato. E' assolutamente ovvio che il Comune di Prato non possa in alcun modo rimettere in discussione lo status di quel cittadino, in quanto si tratta di una persona che ha maturato un diritto di soggiorno permanente. E' quindi altrettanto ovvio che il Comune di Prato non possa, ad esempio, entrare nel merito delle condizioni di soggiorno, chiedendo contratti di lavoro o altri documenti che attestino il diritto alla permanenza ai sensi del Decreto 30.

Tuttavia, fatta questa premessa, era mia convinzione che - in analogia con quanto accade con i permessi di soggiorno degli extra-UE - anche le attestazioni di soggiorno si potessero "aggiornare". In altre parole - nell'esempio fatto qui sopra - ritenevo che il Comune di Prato potesse rilasciare una propria attestazione di soggiorno permanente, "aggiornando" il documento del Comune di Firenze, senza ovviamente rimettere in discussione lo status dell'interessato.

In molti Comuni questa procedura risulta del tutto sconosciuta. Gli Ufficiali di Anagrafe obiettano che il documento di soggiorno permanente dei comunitari non deve essere aggiornato, e che le informazioni relative alla residenza (ad esempio il passaggio da un Comune all'altro) sono archiviate e aggiornate nei normali registri anagrafici.

Come stanno le cose? E' possibile e necessario l'aggiornamento dellle attestazioni di soggiorno per i cittadini UE?

Grazie
dott. Sergio Bontempelli, referente Sportelli Migranti coop. Gli Altri, Pistoia

adirmigranti
Messaggi: 371
Iscritto il: gio nov 24, 2016 5:15 pm

Re: AGGIORNAMENTO ATTESTATI DI SOGGIORNO CITT. UE?

Messaggio da adirmigranti » gio apr 27, 2017 12:37 pm

A dire il vero non ci risulta che sia possibile ottenere l'aggiornamento dell'attestato di soggiorno, a maggior ragione qualora sia già stato rilasciato l'attestato di soggiorno permanente: in questo senso l'unico caso in cui ci sembra che la Questura possa richiedere integrazione in tal senso è proprio nel caso in cui l'interessato, pur avendo mantenuto la residenza, non sia stato chiamato dal comune a rinnovare la propria dimora abituale alla scadenza dei primi 5 anni, quindi relativamente al passaggio all'attestato permanente.

Altra questione è quella del duplicato in caso di smarrimento, sempre possibile.

Nel caso invece in cui l'interessato abbia già ottenuto l'attestato permanente e abbia successivamente cambiato Comune di residenza diremmo che non vi sia norma in base alla quale debba essere chiesta una nuova attestazione, dovendo limitarsi la prefettura a verificare il requisito della "residenza legale".

Ci sai dire dove si è verificata questa richiesta?
Tienici aggiornati.
Grazie.

Rispondi