richiesta conversione da studio a lavoro con Mod V2; rientra in India per vacanza problemi a rientrare

Rispondi
Mauri.Clara
Messaggi: 541
Iscritto il: lun gen 16, 2017 8:50 am

richiesta conversione da studio a lavoro con Mod V2; rientra in India per vacanza problemi a rientrare

Messaggio da Mauri.Clara » mer gen 08, 2020 7:31 pm

Un cittadino indiano con Master di I livello conseguito al politecnico di Milano,e titolare di PSe per studio, in ottobre 2019 si é trasferito nel nostro comune essendo stato assunto con contratto a tempo pieno e determinato (scadenza marzo 2020) stipulato da agenzia interinale per una ditta che ha sede qui. A fine novembre presso un patronato ha inoltrato richiesta per convertire il permesso per studio in lavoro subordinato (inoltro mod V2). Il permesso di soggiorno é scaduto i primi giorni di dicembre; la Prefettura ha detto di stare tranquillo perché aveva inoltrato la sua richiesta prima della scadenza del PSE e di aspettare la risposta della DPL.
Purtoppo questo giovane poco prima di Natale si é recato in India per trovare la famiglia.
Dall'India ha chiamato la ditta dove lavora dicendo che essendo scaduto il PSE non riesce a rientrare e che si è recato al consolato italiano per sapere come poteva fare a rientrare.
Quando dalla ditta ho saputo dell'accaduto mi sono preoccupata e mervigliata della decisione del giovane perché avevo fin dall'inizio detto che non doveva rientrare nel suo Paese finché la procedura della conversione e quindi la richiesta di rinnovo del PSe non fosse stata completata.
Nel frattempo ho contattato la Prefettura per sapere se era arrivata la risposta dalla DPL locale; ad oggi non é ancora arrivata; la Prefettura oggi ha scitto alla DPL sollecitando la risposta.
Dalla Ditta mi hanno ritelefonato per sapere se possono fare qualcosa per aiutare questo giovane a rientrare in Italia, riprendere il suo lavoro e terminare la procedura di conversione chiedendo anche il rilascio di un PSe per lavoro subordinato.
Aggiungo che nonostante le vostre consulenze non ho ancora capito quale procedura seguirà la locale Prefettura quando riceverà dalla DPL un parere favorevole sul contratto di lavoro (credo che non potrà pervenire altro se non una conferma della validità del contratto). Sarà la Prefettura a preparare il kit per il giovane? o invierà alla Questura comunicazione che il giovane può convertire da Studio a Lavoro?
Sperando ovviamente che si riesca a fare rientrare il giovane studente in Italia, chiedo di confermarmi se le mie spiegazioni volte a dissuadere il giovane a recarsi nel suo Paese prima del rinnovo del permesso di soggiorno erano sbagliate.
La ditta può fare qualcosa per superare le difficoltà insorte? Mi hanno detto che avevano consegnato al giovane tutta la documentazione necessaria a dimostrare che il suo rapporto di lavoro è in essere.
Io temo che questo studente abbia scambiato l'inoltro della richiesta di autorizzazione alla conversione per una implicita richiesta di rinnovo del permesso di soggiorno convertendolo in PSE Lavoro subordinato.

Osservo ora aprendo le fotocopie del passaporto che questo giovane aveva avuto prima un Visto valido per la Francia (Sauf CTOM); VISTO D MULT dal 25 agosto 2017 al 25/02/2018 che porta scritto "DISPENSE TEMPORAIRE DE CARTE DE SEJOUR"; REMARQUES: LONG SEJOUR TEMPORAIRE".
A DICEMBRE 2017 a PARIGI gli era stato rilasciato UN VISTO D MULT valido per Italia DURATA 365 GG per studio (post laurea) é rientrato in Francia a ottobre 2018 e quindi in Italia dove ha frequentato nel 2018/2019 Master al Politecnico.

Potete dare qualche consiglio su possibilità di rientrare in Italia? e confermare la procedura che dovrà seguire la Prefettura dopo l'enventuale rientro e se la DPL darà l'OK sul contratto di lavoro.

La ditta ci sta telegfonando per sapere cosa possono fare per aiutare il loro dipendente assunto coem impiegato.

Avatar utente
adirmigranti
Messaggi: 1036
Iscritto il: gio nov 24, 2016 5:15 pm

Re: richiesta conversione da studio a lavorocon Mod V2; rientra in India per vacanza problemi a rientrare

Messaggio da adirmigranti » gio gen 09, 2020 11:33 am

Salve,
dalle informazioni che ci fornisce diremmo che sarà possibile per l'interessato fare nuovamente ingresso in Italia soltanto sulla base di un nuovo visto, motivo per il quale non avremmo saputo noi consigliare altro se non di rivolgersi al consolato italiano in India. Che tipo di richiesta ha fatto? ha chiesto un visto di reingresso? che risposta ha ricevuto dall'ufficio visti del consolato?
Immaginiamo però che il visto sarà rilasciato soltanto ed eventualmente sulla base della conclusione positiva del procedimento di conversione di fronte al SUI competente; al contrario tale procedimento potrebbe concludersi con una archiviazione avendo l'istante lasciato il territorio dello stato Italiano in attesa di essere convocato dal SUI, dimostrando quindi carenza di interesse per la conclusione positiva dell'istanza inoltrata. Su questo punto immaginiamo solo il SUI possa darci una risposta in termini di prassi adottata in casi del genere.

Per quanto riguarda invece le ulteriori questioni: "Sarà la Prefettura a preparare il kit per il giovane? o invierà alla Questura comunicazione che il giovane può convertire da Studio a Lavoro?" riteniamo di non poter che ribadire quanto già risposto con le ns. precedenti anche in riferimento alle FAQ pubblicate sul tema da P.A.eS.I. e che riportiamo per quanto relativo al suo quesito:
Cosa devo fare dopo aver inviato la domanda?
1. La Prefettura ti invia una lettera con la data dell'appuntamento e la lista dei documenti da presentare:
marca da bollo da 16 euro
permesso di soggiorno per studio non scaduto oppure permesso di soggiorno scaduto e ricevuta della richiesta di rinnovo
fotocopia del documento d’identità del datore di lavoro
originale e fotocopia del tuo documento d’identità non scaduto
contratto d'affitto registrato all'Agenzia delle Entrate o comunicazione di cessione di fabbricato
La Prefettura controlla che le dichiarazioni fatte nel modulo online (Modulo VA) siano corrispondenti a quelle dei documenti presentati.
Se tutto corrisponde la Prefettura approva la conversione e ti consegna il contratto di soggiorno.
Tu firmi le tre copie del contratto e prendi le copie per farle firmare al tuo datore di lavoro.
2. Al secondo appuntamento in Prefettura devi portare le copie del contratto di soggiorno firmate anche dal datore di lavoro e 1 marca da bollo da 16 euro.
La Prefettura ti dà il kit (il modello 209 e la busta) per la richiesta del permesso di soggiorno che devi firmare.

fonte: https://www2.immigrazione.regione.tosca ... =node/4156

Non sapendo cosa aggiungere auguriamo a Lei e a tutti gli altri utenti,
un Buon Anno nuovo.

Mauri.Clara
Messaggi: 541
Iscritto il: lun gen 16, 2017 8:50 am

Re: richiesta conversione da studio a lavoro con Mod V2; rientra in India per vacanza problemi a rientrare

Messaggio da Mauri.Clara » gio gen 09, 2020 7:20 pm

Ringrazio per le Faq; ma preciso che si tratta del modulo V2 e non VA.
Vi chiedo di precisarmi: il modulo VA quando viene usato? oppure non esiste più?
Non ho il programma dei flussi e non lo posso verificare;infine ho un enormità di situzioni problematiche e non posso veramente fare questa ricerca mi scuso e vi ringrazio.
Il mod VA era già stata oggetto di discussioni in Prefettura quando quest' estate mi ero recata per sapere quale procedura seguire per convertire un PSE per studio di cui era titolare un ex MSNA; mi sembra di ricordare che dicessero che il modulo di cui chiedevo non esisteva più; poiché il modulo V2 esiste: l'ho usato insieme al patronato di recente;per quanto riguarda il modulo VA (che compare nelle faq che mi avete inviato credo in copia incolla) potete precisarmi quanto sopra richiesto?????

RINGRAZIO

Avatar utente
adirmigranti
Messaggi: 1036
Iscritto il: gio nov 24, 2016 5:15 pm

Re: richiesta conversione da studio a lavorocon Mod V2; rientra in India per vacanza problemi a rientrare

Messaggio da adirmigranti » ven gen 10, 2020 11:50 am

Salve,
auspicando una sua maggiore capacita di astrazione analogica non possiamo che dettagliare meglio la risposta partendo dal presupposto che la prefettura adotterà in ogni caso di conversione da studio a lavoro, che sia attraverso le quote del decreto flussi come previsto nel caso del mod. VA, o al di fuori delle stesse come nel caso del V2, la stessa identica prassi, ovvero qella che le abbiamo già descritto nelle nostre varie precedenti.
Specifichiamo anche che ad oggi sono disponibili soltanto i mod V2 e Z2, non anche il VA e lo Z:
Nulla Osta alla Conversione del permesso di soggiorno da studio a lavoro subordinato o autonomo (Art. 6 D.Lgs. 286/98)
  • Richiesta di convocazione per la stipula del contratto di soggiorno per stranieri che hanno raggiunto la maggiore età o che hanno conseguito diploma di laurea o di laurea specialistica in Italia - Modulo V2
  • Domanda di certificazione attestante il possesso di requisiti per lavoro autonomo per stranieri che hanno raggiunto la maggior età o che hanno conseguito diploma di laurea o di laurea specialistica in Italia - Modulo Z2
Facciamo anche presente che non siamo in grado di conoscere le eventuali prassi che ogni singola P.A. nella propria dislocazione terriotoriale possa mettere in atto, anzi da questo punto di vista auspichiamo la collaborazione di tutti gli utenti del forum affinchè segnalino a tutti tali prassi che nel caso siano virtuose possono essere replicate in altri contesti.

Per ogni ulteriore dettaglio ed informazion sulla procedura di conversione nei vari casi rimandiamo alla scheda informativa che abbiamo trovato sul portale delle prefetture al seguente link (e che alleghiamo anche): https://www.prefettura.it/FILES/Allegat ... GIORNO.pdf

Certi di aver chiarito ogni suo dubbio e perplessità
cordiali saluti
Allegati
CONVERSIONI DEI PERMESSI DI SOGGIORNO.pdf
(103.08 KiB) Scaricato 60 volte

Mauri.Clara
Messaggi: 541
Iscritto il: lun gen 16, 2017 8:50 am

Sempre su conversione con Mod V2

Messaggio da Mauri.Clara » ven gen 10, 2020 7:18 pm

Oggi mi sono recata in Prefettura per sapere se era arrivata la risposta dalla DPL per lo studente Indiano erroneamente andato in India per qualche giorno di vacanza dopo avere inviato V2 poco prima della scadenza del permesso di soggiorno.
Purtroppo non era ancora rrivata la riposta dalla DPL
Tuttavia nel primo pomeriggio mi é arrivata dalla Prefettura una comunicazione che immagino sia stata inviata anche alla ditta e all'interessato in cui si chiede all'interessato di consegnare entro 10 gg fotocopia del permesso di soggiorno , passaporto, laurea o master compilando un breve modulo a sua firma.

Al SUI mi avevano spiegato che non sono in contatto con i nostri consolatoi perché i consolati si rapportano direttamente con il MAE; dalla vostra consulenza avevpo capito che forse il Consolato italiano in India avrebbe contattato il SUI sicuramente ho cpito io parzilemnte la vostra consulenza.
Oggi non sono riuscita a contattare la ditta presso la quale avrebbe dovuto lavorare fino a Marzo; la segretaria mi aveva precisato che il consolato italiano aveva detto al giovane di otrnare al Consolato non prima di lunedì; d'altro canto avevo spiegato alla ditta il consenuto dell avostraa consulenza. Anche se la segretaria é sta sempre molto puntuale secondo me non aveva capito neppure lei che l'inoltro del mod v2 non era ancora una richiesta di rilascio di permesso per lavoro; poiché il giovane non parla ancora l'italiano al Politecnico ha studiato in inglese sicuramente chi ha spiegato alui non é sto abbastanza chiaro e qindi non é riuscito aconvincere che era un grave errore partire.

Potete confortarci con qualche consiglio?

Avatar utente
adirmigranti
Messaggi: 1036
Iscritto il: gio nov 24, 2016 5:15 pm

Re: richiesta conversione da studio a lavorocon Mod V2; rientra in India per vacanza problemi a rientrare

Messaggio da adirmigranti » lun gen 13, 2020 12:28 pm

Ci dispiace non sapere cosa consigliare dato che per l'appunto l'interessato deve essere in Italia per poter concludere il procedimento di conversione...
Ci sembra dunque che l'unica possibilità sia la richiesta di un visto di reingresso, allegando a tale richiesta ogni documento ed informazione utile affinchè il SUI e quindi il Ministero dell'Interno, possa dialogare con il consolato e quindi col Ministero degli Esteri.
Non sapendo davvero aggiungere altro,
Le auguriamo buon lavoro.

Rispondi