Diffida contro INPS per diniego Bonus Bebè

In questa sezione sono inserite linee guida su specifici argomenti, schede pratiche, sentenze e giurisprudenza rilevanti.

Se vuoi porci un QUESITO o fare una SEGNALAZIONE puoi iscriverti al portale tramite questo link https://docs.google.com/forms/d/e/1FAIp ... g/viewform
Al termine della procedura di iscrizione riceverei le credenziali di accesso al portale.

Per segnalazioni urgenti chiamate il numero 3939011446 (mercoledì h 9-14, giovedì h 14-17).


Immagine
Questa sezione è realizzata nell'ambito del progetto #ionondiscrimino, finanziato dal FONDO ASILO, MIGRAZIONE E INTEGRAZIONE (FAMI) 2014-2020 OS 2: Integrazione / Migrazione legale – ON 3: Capacity building – lett. l) potenziamento della Rete nazionale dei centri antidiscriminazione.
#ionondiscrimino (PROG-706) prevede una serie di azioni per riconoscere, prevenire e combattere le discriminazioni dirette e indirette fondate sulla razza e sull’origine etnica nei confronti dei cittadini di Paesi Terzi.

Immagine
Rispondi
Avatar utente
adirmigranti
Messaggi: 673
Iscritto il: gio nov 24, 2016 5:15 pm

Diffida contro INPS per diniego Bonus Bebè

Messaggio da adirmigranti » mer mar 27, 2019 1:18 pm

Gentili utenti,
in allegato la diffida che abbiamo inviato all'INPS a fronte delle segnlazioni ricevute, per cui vi ringraziamo molto.
Da poco il sito dell'INPS per l'inoltro della domanda di assegno di natalità (cd. Bonus Bebè) è tornato attivo, ma risulta nuovamente impossibile inoltrare la domanda per persone che non siano titolari di un permesso per lungo soggiornanti, familiari di cittadini-UE o per protezione internazionale (status rifugiato o protezione sussidiaria).

In allegato il testo della diffida e l'ordinanza del Tribunale di Bergamo del 2.03.2018 con la quale il giudice ordinava all'INPS, tra le altre cose, di modificare il modulo on-line per consentire a tutti gli aventi diritto di poter inoltrare la domanda, rimuovendo così la condotta discriminatoria.

Vi invitiamo a inoltrare o a suggerire di inoltrare la domanda in forma cartacea, con allegato il testo della diffida e l'ordinanza e a segnalarci tutti i casi di rigetto (possibilmente scritti) o di difficoltà che doveste incontrare per potervi supportare sul singolo caso, compresi eventuali annullamenti verso soggetti che già ricevevano la prestazione.

Rimaniamo a disposizione.
Allegati
Tribunale-di-Bergamo-02.03.2018-Est.-Cassia-XXX-Avv.ti-Guariso-e-Traina-c.-INPS-Avv.to-Imparato.pdf
(154.35 KiB) Scaricato 6 volte
DIffida_INPS_AssegnoNatalità.pdf
(195.76 KiB) Scaricato 5 volte

Rispondi