permesso UE per soggiornanti di lungo periodo da permesso per residenza elettiva

Rispondi
Totti.Cristina
Messaggi: 22
Iscritto il: lun gen 16, 2017 9:19 am

permesso UE per soggiornanti di lungo periodo da permesso per residenza elettiva

Messaggio da Totti.Cristina » mer ott 04, 2017 10:42 am

Buongiorno,
Vorremmo sapere se con un permesso per residenza elettiva è possibile richiedere il permesso UE per soggiornanti di lungo periodo, e, in caso di risposta affermativa, se sono richiesti particolari requisiti.
Grazie per l'attenzione.

adirmigranti
Messaggi: 465
Iscritto il: gio nov 24, 2016 5:15 pm

Re: permesso UE per soggiornanti di lungo periodo da permesso per residenza elettiva

Messaggio da adirmigranti » gio ott 05, 2017 10:14 am

Gent.ma Cristina,
l'art. 9, c. 3 chiarisce quali siano i permessi con i quali non è possibile chiedere il rilascio del permesso UE per soggiornanti di lungo periodo:
"La disposizione di cui al comma 1 non si applica agli stranieri che:
a) soggiornano per motivi di studio o formazione professionale;
b) soggiornano a titolo di protezione temporanea o per motivi umanitari ovvero hanno chiesto il permesso di soggiorno a tale titolo e sono in attesa di una decisione su tale richiesta;
c) hanno chiesto la protezione internazionale come definita dall' articolo 2, comma 1, lettera a), del decreto legislativo 19 novembre 2007, n. 251 e sono ancora in attesa di una decisione definitiva circa tale richiesta;
d) sono titolari di un permesso di soggiorno di breve durata previsto dal presente testo unico e dal regolamento di attuazione;
e) godono di uno status giuridico previsto dalla convenzione di Vienna del 1961 sulle relazioni diplomatiche, dalla convenzione di Vienna del 1963 sulle relazioni consolari, dalla convenzione del 1969 sulle missioni speciali o dalla convenzione di Vienna del 1975 sulla rappresentanza degli Stati nelle loro relazioni con organizzazioni internazionali di carattere universale.
"

Quindi il permesso UE potrà essere chiesto dai titolari di permesso per residenza elettiva, per motivi religiosi, per assistenza minore ex art. 31 T.U., dovendo considerare tassativo l'elenco di cui al comma 3.

Non vi sono ulteriori requisiti rispetto a quelli di cui al comma 1 dello stesso art. 9: in particolare per quel che riguarda il requisito reddituale, vale la pena notare come la norma si riferisca semplicemente al reddito che il richiedente deve dimostrare e non ad un reddito maturato in Italia.

A disposizione per ogni eventuale chiarimento
cordialmente

Rispondi