Anagrafe: adempimenti per passaporto figlio

In questa sezione sono inserite soluzioni a quesiti frequenti provenienti dagli operatori e operatrici iscritti al portale, linee guida su specifici argomenti, schede pratiche, sentenze e giurisprudenza rilevanti.

Se vuoi porci un QUESITO o fare una SEGNALAZIONE puoi iscriverti al portale tramite questo link https://docs.google.com/forms/d/e/1FAIp ... g/viewform
Al termine della procedura di iscrizione riceverei le credenziali di accesso al portale, dove trovare anche un archivio con tutti i quesiti formulati divisi nei diversi settori di intervento.

Per segnalazioni urgenti chiamate il numero 3929723651 (lunedì, martedì e venerdì h 9-14).
Rispondi
Avatar utente
Bontempelli.Sergio
Messaggi: 16
Iscritto il: dom mar 05, 2017 1:25 pm

Anagrafe: adempimenti per passaporto figlio

Messaggio da Bontempelli.Sergio » mer set 05, 2018 5:08 pm

Buongiorno a tutti e tutte,

ai nostri Sportelli (Comuni provincia di Pistoia) si è presentato un problema che è rilevante anche per i servizi anagrafici.

Il caso riguarda cittadini stranieri con figli minori di 14 anni (si tratta spesso di bambini molto piccoli). A volte, i figli piccoli rinnovano il loro passaporto, o ottengono un passaporto che prima non avevano: in tal caso, in alcuni Comuni i servizi anagrafici richiedono ai genitori di aggiornare i permessi di soggiorno, e di fare poi il rinnovo della dichiarazione di dimora abituale.

Ora, il punto che non ci torna è il seguente: è vero che con le nuove norme il minore anche infraquattordicenne ha un suo permesso di soggiorno, e non ha più il vecchio "allegato minori" che era parte del permesso del genitore; è però altrettanto vero che sia sul portale immigrazione sia sul kit postale i minori infraquattordicenni sono ancora inseriti nei moduli dei genitori, e nei moduli non sono mai richiesti gli estremi del passaporto del minore. Di conseguenza, un eventuale aggiornamento del permesso dei genitori non comporterebbe l'inserimento dei dati del passaporto del minore sul modulo del portale immigrazione, e la pratica non avrebbe alcun effetto concreto.

Vorremmo però sapere se vi sono altri motivi che possono imporre la necessità di un aggiornamento del permesso.

Grazie e a presto
Sergio Bontempelli

Avatar utente
adirmigranti
Messaggi: 729
Iscritto il: gio nov 24, 2016 5:15 pm

Re: Anagrafe: adempimenti per passaporto figlio

Messaggio da adirmigranti » gio nov 22, 2018 11:24 am

Salve
il comma 3 dell'articolo 7 del D.P.R. 223/1989 (nuovo regolamento anagrafico della popolazione residente) recita:
"Gli stranieri iscritti in anagrafe hanno l'obbligo di rinnovare all'ufficiale di anagrafe la dichiarazione di dimora abituale nel comune, entro 60 giorni dal rinnovo del permesso di soggiorno, corredata dal permesso medesimo. Per gli stranieri muniti da carta di soggiorno, il rinnovo della dichiarazione di dimora abituale e' effettuato entro 60 giorni dal rinnovo della carta di soggiorno. L'ufficiale di anagrafe aggiornerà' la scheda anagrafica dello straniero, dandone comunicazione al questore."

l'art. 17, comma 2 del D.P.R. 394/1999 (come modificato nel 2005) dispone un rinnovo della carta di soggiorno (si legga permesso UE) ogni 5 anni, anche semplicemente per confermare i dati riportati sul titolo di soggiorno di cui si è in possesso, oltreché per confermare che si è sempre presenti in Italia e che non si è stati assenti dal territorio per un periodo che ne comporti la revoca:
"La carta di soggiorno costituisce documento di identificazione personale per non oltre cinque anni dalla data del rilascio o del rinnovo. Il rinnovo e' effettuato a richiesta dell'interessato, corredata di nuove fotografie."

Riteniamo però che l'aggiornamento dovrà essere effettuato anche nei casi che seguono:
- cambio di provincia di residenza (e quindi Questura di competenza);
- rilascio di nuovo passaporto;
- cambiamento dei dati anagrafici (cognome, data, luogo di nascita, ecc.);
- nascita o iscrizione del figlio minore di anni 14.
Nel caso di semplice permesso di soggiorno consigliamo però di procedere con un rinnovo piuttosto che con un aggiornamento, dati soprattutto i tempi di alcune questure, il che significherà attendere 2 mesi dalla scadenza dello stesso.
Peraltro l'anagrafe avrà diretta cognizione della scadenza del permesso (eventualmente anche del permesso CE) e quindi potrà invitare l'interessato a rinnovare la dimora abituale in tale occasione (con racc. A/R o con notifica del messo comunale), non anche in ragione di un motivo di aggiornamento quali quelli sopra elencati.

Anche per i figli minori di anni 14 consigliamo in ogni caso di inserire nel kit postale la pagina del passaporto con i dati anagrafici e la foto, dato che il permesso di soggiorno elettronico che riceveranno conterrà anche tali dati, anche se, come correttamente affermato, il kit postale non è stato aggiornato e non prevede l'indicazione del passaporto per i minori di anni 14.

In conclusione facciamo presente che sulla base dell'art 114 del D.Lgs. 297/1994, alcuni comuni provvedono alla cancellazione dei minori dalle liste anagrafiche qualora vi sia stata rinuncia agli studi in Italia dichiarata dai genitori:

" Vigilanza sull'adempimento dell'obbligo scolastico

1. Il sindaco ha l'obbligo di trasmettere ogni anno, prima della
riapertura delle scuole, ai direttori didattici l'elenco dei
fanciulli che per ragioni di eta' sono soggetti all'obbligo
scolastico, con l'indicazione del nome dei genitori o di chi ne fa le
veci.
2. Iniziato l'anno scolastico, l'elenco degli obbligati e'
confrontato con i registri dei fanciulli iscritti nelle scuole al
fine di accertare chi siano gli inadempienti.
3. L'elenco degli inadempienti viene, su richiesta dell'autorita'
scolastica, affisso nell'albo pretorio per la durata di un mese.
4. Trascorso il mese dell'affissione di cui al comma 3, il sindaco
ammonisce la persona responsabile dell'adempimento invitandola ad
ottemperare alla legge.
5. Ove essa non provi di procurare altrimenti l'istruzione degli
obbligati o non giustifichi con motivi di salute, o con altri
impedimenti gravi, l'assenza dei fanciulli dalla scuola pubblica, o
non ve li presenti entro una settimana dall'ammonizione, il sindaco
procede ai sensi dell'articolo 331 del codice di procedura penale.
Analoga procedura e' adottata in caso di assenze ingiustificate
durante il corso dell'anno scolastico tali da costituire elusione
dell'obbligo scolatico.
6. Si considerano giustificate le assenze dalla scuola di cui
all'articolo 17, comma 4, della legge 22 novembre 1988, n. 516 e
all'articolo 4, comma 4, della legge 8 marzo 1989 n. 101.
"

Visto quanto sopra sarebbe interessante capire dagli stessi servizi anagrafici su quale base facciano tale richiesta di aggiornamento e comunque di richiedere agli stessi di voler formalizzare per iscritto tale richiesta.

In attesa di aggiornamenti,
buon lavoro e cordiali saluti


Ultimo bump di adirmigranti effettuato il gio nov 22, 2018 11:24 am.

Rispondi