rinnovo del permesso ai familiari, madre in fin di vita

Rispondi
Mauri.Clara
Messaggi: 251
Iscritto il: lun gen 16, 2017 8:50 am

rinnovo del permesso ai familiari, madre in fin di vita

Messaggio da Mauri.Clara » lun giu 11, 2018 6:55 pm

Premetto che si tratta di una situazione molto grave; in questi giorni sto assistendo ad un vero pellegrinaggio di amici e parenti che vengono in ufficio per informarsi e per cercare di aiutare una giovane madre marocchina in fine di vita e la sua famiglia.
Ormai solo un miracolo potrebbe strapparla alla morte; ha due bambini di cui il maggiore di anni 10 disabile e la seconda di soli sette anni; questa giovane madre titolare di PSE lungo soggiornanti ;essendo divorziata e lavorando in cooperativa di pulizie aveva ricongiunto da tre anni circa la madre anziana dal Marocco.
Per tutti gli aspetti riguardanti il futuro dei due bambini ho consigliato amici e parenti di collaborare con la collega assistente sociale e di spiegare alla nonna che non capisce ancora l'itaiano di collacborare con la collega assistente sociale. E' venuto a Massa anche un fratello che però mi sembra lavori saltuariamente. Lasciando per tutte le problematiche sociali lo studio del caso alla collega assistente sociale con cui ho già preso contatto, per evitare che i fmigliari e gli amici si preoccupino e che si muovano in modo confuso volevo chiedere la vostra collaborazione su quanto segue.
Il permesso della nonna PSE per famiglia a carico della figlia scade in settembre; i famigliari insistono a chiedermi di preparare subito la richiesta di rinnovo.
La figlia ormai possiamo dire in fine di vita è sotto morfina, forse potrebbe riuscire a firmare la dichiarazione che la madre é a suo carico.
Senza volere per forza rinnovare in questo momento il PSE della nonna qualora avvenisse a breve il decesso della figlia, come si teme, potrebbe la nonna ottenere il rinnovo del PSE per motivi di famiglia per vivere insieme ai nipotini?
Ovviamente mi riferisco ad un permesso da rilasciare in attesa che la famiglia e i servizi trovino insieme la soluzione più opportuna per i bambini.
Osservo che avendo lavorato per alcuni anni in cooperativa la figlia in fin di vita ha diritto al TFR; osservo ancora che il figlio é inserito in un centro di riabilitazione.
Posso dire a chi insiste a rinnovare subito il permesso della nonna che se anche aspettiamo qualche giorno la nonna avrà comunque diritto a rinnovare il permesso per motivi di famiglia almeno in attesa di trovare una soluzione? tuttavia non é questo il motivo per cui chiedo il vostro consiglio ma perchè essendo la situazione gravissima anche se rinnoviamo subito quando la nonna andrà fra 40 e più giorni in questura purtroppo dovremo fare i conti con la scomparsa della figlia.
Forse si deciderà anche di rinnovare subito per evitare che tutti si preoccupino esageratamente di questo problema ed anche perché la figlia sicuramente consapevole della gravità della sua malattia sembra non volere accettare la realtà e forse sarà un modo per darle la speranza che lei è ancora in grado di occuparsi dei suoi bambini.
Se potete darmi qualche consiglio per l'immediato e per il futuro a noi più vicino ringrazio credo che fare progetti a lungo termine sia impossibile: ovviamene il consiglio riguarda i minori la loro possibilità di rimanere in Italia perché amici che conoscono bene la situazione della famiglia dicono che non hanno possibilità economiche in Marocco.
Ringrazio

adirmigranti
Messaggi: 465
Iscritto il: gio nov 24, 2016 5:15 pm

Re: rinnovo del permesso ai familiari, madre in fin di vita

Messaggio da adirmigranti » mer giu 13, 2018 2:48 pm

Salve,
da quello che ci racconta immaginiamo che la questura rilascerà alla nonna un permesso di soggiorno, se non per famiglia qualora la figlia nel frattempo fosse deceduta, quantomeno per attesa occupazione: consigliamo in questo senso di adoperarsi prima della scadenza del permesso a fare iscrivere la signora al centro per l'impiego.
I figli minori dovrebbero avere, come la madre dato che ne seguono la condizione, un permesso CE per soggiornanti di lungo periodo, non è così?
Immaginiamo che i servizi sociali prenderanno in considerazione un affidamento ad un familiare, ad esempio lo zio, che potrebbe prendere in carico anche la nonna (immaginando che sia il figlio della stessa, essendo il fratello della signora in fin di vita).

in attesa di eventuali aggiornamenti-chiarimenti.
cordiali saluti

Rispondi