Accesso dei cittadini non comunitari ai servizi e alle misure di politica attiva del lavoro: requisito della residenza

In questa sezione sono inserite soluzioni a quesiti frequenti provenienti dagli operatori e operatrici iscritti al portale, linee guida su specifici argomenti, schede pratiche, sentenze e giurisprudenza rilevanti.

Se vuoi porci un QUESITO o fare una SEGNALAZIONE puoi iscriverti al portale tramite questo link https://docs.google.com/forms/d/e/1FAIp ... g/viewform
Al termine della procedura di iscrizione riceverei le credenziali di accesso al portale, dove trovare anche un archivio con tutti i quesiti formulati divisi nei diversi settori di intervento.

Per segnalazioni urgenti chiamate il numero 3929723651 (lunedì, martedì e venerdì h 9-14).
Rispondi
adirmigranti
Messaggi: 499
Iscritto il: gio nov 24, 2016 5:15 pm

Accesso dei cittadini non comunitari ai servizi e alle misure di politica attiva del lavoro: requisito della residenza

Messaggio da adirmigranti » mer ago 29, 2018 4:43 pm

"La Direzione Generale dell'immigrazione e delle politiche di integrazione del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e l'ANPAL forniscono chiarimenti in merito all'accesso ai servizi e alle misure di politica attiva del lavoro erogati dai Centri per l'impiego da parte dei cittadini non comunitari richiedenti e titolari di protezione internazionale.
La circolare riguarda, in particolare, il requisito della "residenza", previsto dall'articolo 11, comma 1, lettera c), del D. Lgs. 150/2015.
"
Fonte: http://www.lavoro.gov.it/priorita/pagin ... nale.aspx/

In allegato la circolare congiunta del 27.08.2018, di cui di seguito riportiamo due passaggi:

"Cittadini non comunitari
Ai sensi del d.lgs. 286/1998 (T.U. Immigrazione), i cittadini stranieri non UE, regolarmente soggiornanti e
titolari di un permesso di soggiorno che consente l’esercizio di un’attività lavorativa, godono di parità di
trattamento e piena uguaglianza di diritti rispetto ai lavoratori italiani e comunitari (articolo 2, comma 3 del
T.U. Immigrazione). Tali diritti sono estesi anche ai cittadini stranieri in attesa del rilascio o del rinnovo del
permesso di soggiorno (articolo 5, comma 9-bis del T.U. Immigrazione).
Pertanto, ai cittadini stranieri non UE, a parità di condizioni rispetto ai cittadini italiani, è richiesta la
dimostrazione del requisito della residenza
, ai sensi del sopra citato articolo 11, comma 1 del. d.lgs.
150/2015, ai fini dell’accesso ai servizi e alle misure di politica attiva del lavoro.
A tal proposito, l’iscrizione di un cittadino straniero regolarmente soggiornante nelle liste anagrafiche della
popolazione di un determinato comune avviene ai sensi dell’articolo 6, comma 7 del T.U. Immigrazione e
dell’articolo 2 della l. n. 1228/1954, c.d. “legge anagrafica”
.

"Accesso ai servizi e alle misure di politica attiva del lavoro da parte dei cittadini stranieri richiedenti e
titolari di protezione internazionale

La previsione del requisito della residenza, di cui all’art. 11, comma 1, lett. c) del d.lgs. 150/2015, ha fatto
sorgere problemi applicativi con riferimento all’ipotesi in cui la richiesta di accesso ai servizi e alle misure di
politica attiva del lavoro viene formulata da un richiedente protezione internazionale, generalmente ospitato
Da più parti è stato evidenziato il paradosso per cui ai cittadini richiedenti
protezione internazionale, seppur legittimati a svolgere attività lavorativa trascorsi sessanta giorni dalla
presentazione della domanda di asilo (come previsto dall’art. 22, comma 1, del d.lgs. 142/2015), risultava
preclusa l’iscrizione ai Centri per l’impiego a causa della mancata iscrizione anagrafica.
In merito, giova anzitutto rammentare che, ai sensi dell’articolo 5, comma 3, del d.lgs. 142/2015, per i
richiedenti protezione internazionale ospitati nei centri o nelle strutture di accoglienza
, ai quali è rilasciato il
permesso di soggiorno ovvero la ricevuta di richiesta, il centro o la struttura rappresentano luogo di dimora
abituale ai fini della iscrizione anagrafica.
"
Allegati
Nota_congiunta_ANPAL_MLPS_stranieri_CPI_prot_10569_27_08_2018.pdf
(494.46 KiB) Scaricato 12 volte

Rispondi