Lavoro in attesa di rinnovo PdS (protezione internazionale)

Rispondi
Corvarola.Barbara
Messaggi: 4
Iscritto il: lun feb 19, 2018 6:18 pm

Lavoro in attesa di rinnovo PdS (protezione internazionale)

Messaggio da Corvarola.Barbara » lun lug 22, 2019 12:15 pm

Buongiorno.
Considerati i tempi improponibili per il rilascio dell'appuntamento per il rinnovo dei PdS e i tempi ancora più lunghi per il rilascio del medesimo (si tratta di mesi) si stanno creando enormi problemi per il rinnovo dei contratti di lavoro e delle tessere sanitarie in scadenza. La normativa sul lavoro è chiara e indica l'impossibilità di assunzione in assenza di PdS. Viene fatta eccezione qualora venga rilasciato il "cedolino" ma molti ragazzi devono aspettare mesi per avere l'appuntamento per il rilascio del medesimo, soprattutto in caso di neo-ricorrenti.

La Questura ha dato VERBALMENTE indicazioni di utilizzare, nelle more, l'esito negativo e la prima pagina del ricorso se trascorsi i 30 gg, considerando l'esito negativo documento valido a tutti gli effetti. Per quanto concerne la ASL non ci sono stati problemi in virtù di una circolare di cui però non riesco ad entrare in possesso. Discorso diverso è per i datori di lavoro, che non capiscono il senso e comunque senza qualcosa di scritto che attesti questa affermazione dicono di non poter procedere .

Sapete qualcosa di questa circolare? E' possibile reperirne copia? C'è da qualche parte qualcosa che avvalli quanto detto dalla Questura (Latina)?
Grazie

Avatar utente
adirmigranti
Messaggi: 798
Iscritto il: gio nov 24, 2016 5:15 pm

Re: Lavoro in attesa di rinnovo PdS

Messaggio da adirmigranti » lun lug 29, 2019 4:33 pm

Salve,
nel rispondere all'odierno quesito facciamo però presente che il portale dirittimigranti è rivolto agli enti locali e al terzo settore operante in Toscana, non anche al resto d'Italia (visto il riferimento alla prassi posta in essere dalla questura di Latina).

Peraltro riteniamo che vi debba essere un apposito servizio legale che segua i richiedenti protezione accolti nei cas o negli sprar e che quindi vi debba essere una interlocuzione per iscritto con la questura da parte del professionista incaricato in tal senso da chi gestisce l'accoglienza.
Comprendiamo perfettamente le difficoltà segnalate che sono tali in tutti i territori in cui la questura ha tempi abnormi per tali procedure che dovrebbero essere invece contenute in tempi relativamente brevi (20 gg.), soprattutto in caso di rinnovo in attesa della convocazione della commissione.
Dall'altro lato in un mercato del lavoro ormai saturo di disoccupati, capita spesso che il datore di lavoro semplicemente assuma tale posizione come scusa per selezionare coloro che effettivamente vorrà assumere o peggio per evitare un rapporto di lavoro regolare, che spesso si sostanzia in vero e proprio sfruttamento lavorativo.

Per quanto riguarda la circolare riteniamo possa essere quella del 2017 del ministero della salute:
http://www2.immigrazione.regione.toscan ... 03-07;7404

Rimandiamo anche alla più ampia Area tematica dedicata all'accesso al Servizio Sanitario Nazionale da parte dei cittadini stranieri a cura di P.A.eS.I.:
http://www2.immigrazione.regione.toscan ... 0Nazionale

Ci dispiace non saper aggiungere altro.

Cordialmente

Rispondi