URGENTE incertezze su ISCRIZIONE ANAGRAFICA (protezione internazionale)

Rispondi
Mauri.Clara
Messaggi: 426
Iscritto il: lun gen 16, 2017 8:50 am

URGENTE incertezze su ISCRIZIONE ANAGRAFICA (protezione internazionale)

Messaggio da Mauri.Clara » sab lug 27, 2019 1:12 pm

Un cittadino NON UE titolare di PSE per motivi umanitari può chiedere l' iscrizione anagrafica?
Ho trovato difficoltà a fare inoltrare la richiesta di iscrizione anagrafica allo sportello del nostro comune.
Sono rimasta sorpresa della difficolTà che si é presentata allo sportello e non potevo non avendo tempo dimostrarlo in termini di legge, "obbligando" le colleghe ad accettare l'iscrizione.
Ho sempre ritenuto che il divieto all'iscrizione anagrafica introdotto dal "decreto Salvini" riguardasse i richiedenti asilo. Osservo che i permessi umanitari andranno scomparendo, ma chi ha un permesso umanitario in corso di validità, può chiedere l'iscrizione anagrafica?
Infine chi si presenterà allo sportello dell'anagrafe con un permesso umanitario scaduto e la ricevuta di rinnovo, che per legge dovrebbe essere una ricevuta rilasciata dalla Questura ,ma qualche volta si presentano casi che hanno inviato un kit postale compilato su cartaceo, come ci si deve comportare per l'iscrizione anagrafica? se hanno un regolare contratto d'affitto é possibile chiedere l'iscrizione anagrafica?
Nel caso in oggetto che ha scatenato il problema il giovane che voleva chiedere l'iscrizione anagrafica aveva un permesso umanitario in scadenza e credo che convertirà in lavoro perchè ha un contratto di lavoro e il passaporto.
Tuttavia non aveva mai avuto una residenza.
Le colleghe l'avrebbero iscritto se fosse già stato residente, ma non essendo mai stato residente ritenevano di non poterlo iscrivere; il caso é stato assimilato a quello dei richiedenti asilo. ( per i richiedenti asilo si accettano solo icambi di residenza).
Forse ignoro qualche articolo del "decreto Salvini" ;preciso inoltre che con i pensionamenti gli uffici si trovano in difficoltà.
Potete per cortesia chiarire in termini di legge?
Non vorrei che tutti quelli che attendono la conversione da umanitario a caso speciale o a lavoro o a protezione speciale si trovassero in difficoltà quando chiedono l'iscrizione anagrafica per cambio di residenza o per prima iscrizione.

Avatar utente
adirmigranti
Messaggi: 798
Iscritto il: gio nov 24, 2016 5:15 pm

Re: URGENTE incertezze su ISCRIZIONE ANAGRAFICA (protezione internazionale)

Messaggio da adirmigranti » mer lug 31, 2019 3:31 pm

Gent.ma Mauri,
la richiesta di iscrizione anagrafica può sicuramente essere inoltrata anche per raccomandata con ricevuta di ritorno (se non via pec), nei casi in cui il pubblico dipendente verbalmente rifiuti di ottemperare ad un suo dovere, questo è quello che riteniamo di poter consigliare agli operatori di I° livello e quindi indirettamente agli utenti stessi che non intendano rivolgersi ad un professionista.

Dall'altro lato ribadiamo che neppure il c.d. decreto Salvini prevede la non iscrizione anagrafica dei richiedenti asilo (si veda in FAQ oltre al parere de L'altro diritto, i vari pronunciamenti dei tribunali). Ancor meno in discussione è l'iscrizione anagrafica dei titolari di permesso per motivi umanitari così come di ogni altro che abbia vista riconosciuta la propria richiesta di protezione internazionale.

A maggior ragione qualora il titolare di tale permesso sia in procinto di convertire i motivi umanitari in un permesso per lavoro: sarà la stessa Questura a chiedere dove abbia la residenza l'istante.

Le colleghe avrebbe dovuto quindi iscrivere l'interessato a prescindere dal fatto che fosse già residente in Italia.
Ci fa piacere la sua precisazione sulle difficoltà degli uffici ("beati coloro che andranno in pensione"), facciamo invece presente la difficoltà del cittadino straniero che si trova di fronte ad una vera e propria discriminazione istituzionale, il che ci sembra di poter dire sia un livello di gravità assai maggiore. Consigliamo quindi alle colleghe di ricevere la richiesta di iscrizione ed eventualmente di formulare, a chi fornisce loro consulenza su tali questioni (l'uff. legale del comune? l'ANUSCA?), se non a noi iscrivendosi sul portale, apposito quesito in modo da fugare ogni dubbio anche per il futuro.

Certi che vorrà aggiornarci sulla questione,
cordiali saluti

Rispondi