diritto all'assistenza sanitaria del famigliare ricongiunto con regolare nulla osta: caso particolare

Rispondi
Mauri.Clara
Messaggi: 514
Iscritto il: lun gen 16, 2017 8:50 am

diritto all'assistenza sanitaria del famigliare ricongiunto con regolare nulla osta: caso particolare

Messaggio da Mauri.Clara » sab nov 09, 2019 2:28 pm

Il famigliare ricongiunto in seguito a rilascio di nullaosta della Prefettura viene su sua richiesta iscritto in anagrafe prima ancora dell'avvenuto fotosegnalamento ( credo dal 2007)
Tuttavia si è presedntato un problema allo sportello dell'anagrafe che non sappiamo come possa essere risolto. Un cittadino pakistano ha ottenuto il nuallaosta per il ricongiungimento della moglie dalla Prefettura di Bari dove prima era residente. Poi avendo trovato lavoro a Massa ha chiesto l'iscrizione anagrafica a Massa. La moglie entrata per ricongiungimento ha inoltrato la richiesta di permesso di soggiorno per motivi famigliari alla Questura di Bari e poi ha chiesto di trasferire la domanda presso la Questura di Massa, infatti ha appuntamento per fotosegnalamento presso la locale Questura a dicembre.
Ovviamente la Questura ha chiesto il certificato di idoneità alloggiativa per l'immobile é dovuto ovviamente.
Avendo la moglie necessità di cure mediche non sapevamo come comportarci: é possibile iscriverla in anagrafe anche se il nullaosta é stato rilasciato in altra provincia avendo lei comunque già un appuntamento con la nostra Questura?
Sarebbe opportuno prima verificare se l'immobile locato a Massa é idoneo per i requisiti richiesti dal ricongiungimento?
Ovviamente ho fatto inoltrare subito al marito la richiesta al nostro Comune di certificazione di idoneità dell'alloggio che comunque dovrà esibire obbligatoriamente alla Questura il giorno del fotosegnalamento.
Ma torno a chiedervi avendo un appuntamento con la Questura di Massa avremmo potuto iscriverla subito in anagrafe?

Poichè la moglie aveva veramente necessità di assistenza sanitaria grazie alla collaborazione dei competenti uffici dell'ASl siamo riusciti a darle assistenza sanoitaria completa per tre mesi per poi rinnovare l'iscrizione sanitaria quando andrà al fotosegnalamento.
Ma quale sarebbe stato il comportamento da tenere rispetto all'iscrizione anagrafica?
Essendo un caso che ci ha coinvolti come ufficio mmigrati ho detto alla collega dell'anagrafe che vi avrei scitto e quindi vi ringraziamo.
Le colleghe dell'anagrafe in questo momento sono molto impegnate a causa dei pensionamenti.

Ringrazio

Avatar utente
adirmigranti
Messaggi: 976
Iscritto il: gio nov 24, 2016 5:15 pm

Re: diritto all'assistenza sanitaria del famigliare ricongiunto con regolare nulla osta: caso particolare

Messaggio da adirmigranti » mer nov 13, 2019 5:07 pm

Salve,
partendo dal presupposto che ovviamente per il rilascio del permesso di soggiorno debbano persistere i requisiti dimostrati al SUI per ottenere il nullaosta al ricongiungimento e il conseguente visto, riteniamo comunque doveroso da parte della ASL procedere all'iscrizione al SSR sulla base della richiesta di residenza (il cui esito non può essere condizionato al rilascio dell'idoneità alloggiativa).

Per concludere, la famiglia, quindi sia il marito che la moglie hanno diritto a stabilire la propria residenza in nuovo comune, il comune ha il dovere di accertare soltanto la regolare presenza (visto e ricevuta della richiesta di rilascio, oltre a nullaosta della prefettura) e l'effettiva dimora abituale dichiarata.
Dall'altro lato il rilascio del permesso sarà subordinato ala dimostrazione dell'idoneità alloggiativa. Da questo punto di vista, riteniamo che la questura aspetterà quantomeno fino alla scadenza del visto (1 anno dall'ingresso) l'integrazione della pratica, qualora ci fosse la necessità di trovare altra sistemazione abitativa.

Cordialmente

Rispondi