DECRETO SICUREZZA, INCOSTITUZIONALE NEGARE L'ISCRIZIONE ANAGRAFICA AI RICHIEDENTI ASILO

In questa sezione sono inserite soluzioni a quesiti frequenti provenienti dagli operatori e operatrici iscritti al portale, linee guida su specifici argomenti, schede pratiche, sentenze e giurisprudenza rilevanti.

Se vuoi porci un QUESITO o fare una SEGNALAZIONE puoi iscriverti al portale tramite questo link https://docs.google.com/forms/d/e/1FAIp ... g/viewform
Al termine della procedura di iscrizione riceverei le credenziali di accesso al portale, dove trovare anche un archivio con tutti i quesiti formulati divisi nei diversi settori di intervento.

Per segnalazioni urgenti chiamate il numero 3929723651 (lunedì, martedì e venerdì h 9-14).
Rispondi
Avatar utente
adirmigranti
Messaggi: 1036
Iscritto il: gio nov 24, 2016 5:15 pm

DECRETO SICUREZZA, INCOSTITUZIONALE NEGARE L'ISCRIZIONE ANAGRAFICA AI RICHIEDENTI ASILO

Messaggio da adirmigranti » dom lug 12, 2020 3:16 pm

La Corte Costituzionale boccia la norma del DL 113/2018: "Irragionevole disparità di trattamento"

"Irrazionalità intrinseca" e "irragionevole disparità di trattamento". Sono le motivazioni per cui la Consulta ha dichiarato oggi incostituzionale vietare l'iscrizione anagrafica ai richiedenti asilo.

La Corte Costituzionale ha esaminato le questione di legittimità sollevate dai Tribunali di Milano, Ancona e Salerno sulla disposizione introdotta dal cosiddetto “Decreto sicurezza” (dl n. 113 del 2018).

In attesa del deposito della sentenza, l’Ufficio stampa della Corte fa sapere che la disposizione censurata non è stata ritenuta dalla Corte in contrasto con l’articolo 77 della Costituzione sui requisiti di necessità e di urgenza dei decreti legge.

Tuttavia, la Corte ne ha dichiarato l’incostituzionalità per violazione dell’articolo 3 della Costituzione sotto un duplice profilo: per irrazionalità intrinseca, poiché la norma censurata non agevola il perseguimento delle finalità di controllo del territorio dichiarate dal decreto sicurezza; per irragionevole disparità di trattamento, perché rende ingiustificatamente più difficile ai richiedenti asilo l’accesso ai servizi che siano anche ad essi garantiti.
fonte: http://www.integrazionemigranti.gov.it/ ... asilo.aspx

Al link seguente il parere dell'Altro diritto Onlus nel quale già a gennaio 2019 si affermava che "L'iscrizione anagrafica è un diritto, anche per coloro che sono regolarmente presenti in forza di un titolo di soggiorno per richiesta protezione internazionale":
http://dirittimigranti.ancitoscana.it/v ... 57181799ec

Rispondi