VISTO DI INGRESSO PER STUDIO ART. 44-bis DPR 394/99

Rispondi
Avatar utente
Bontempelli.Sergio
Messaggi: 20
Iscritto il: dom mar 05, 2017 1:25 pm

VISTO DI INGRESSO PER STUDIO ART. 44-bis DPR 394/99

Messaggio da Bontempelli.Sergio » gio lug 11, 2019 12:24 pm

Buongiorno a tutti,

siamo stati contattati dall'amico di una ragazza ucraina, che vorrebbe venire in Italia per seguire un corso di formazione professionale denominato "Corso di Parrucchiere Qualifica Internazionale ITEC / VTCT" organizzato da un ente privato che però rilascia certificazioni riconosciute (qui il sito). Vorrebbe sapere come poter entrare in Italia per seguire questo corso, ed eventualmente come poter restare se al termine della formazione vi fosse una opportunità di lavoro.

Guardando alla normativa di riferimento, la tipologia di visto di ingresso più appropriata mi pareva quella prevista dall'art. 44-bis comma 5 del Regolamento di Attuazione (DPR 394/99), il cui testo riporto qui di seguito per comodità di lettura:

«Lo straniero in possesso dei requisiti previsti per il rilascio del visto di studio che intende frequentare corsi di formazione professionali organizzati da enti di formazione accreditati, secondo le norme attuative dell'articolo 142, comma 1, lettera d), del decreto legislativo 31 marzo 1998, n. 112, finalizzati al riconoscimento di una qualifica o, comunque, alla certificazione delle competenze acquisite, di durata non superiore a 24 mesi, può essere autorizzato all'ingresso nel territorio nazionale, nell'ambito del contingente annuale determinato con decreto del Ministro del lavoro e delle politiche sociali di cui al comma 6. La presente disposizione si applica anche agli ingressi per i tirocini formativi di cui all'articolo 40, comma 9, lettera a)».

Le domande che vi pongo sono tre:

1) Un corso per conseguire la qualifica di parrucchiere ITEC / VTCT può essere idoneo per il rilascio del visto di cui all'art. 44-bis comma 5 del Regolamento?

2) In caso affermativo, al momento dell'ingresso in Italia verrebbe rilasciato un permesso per studio convertibile in permesso per lavoro nell'ambito dei decreti flussi?

3) Il comma citato sopra fa riferimento a un contingente annuale determinato da apposito decreto del Ministero del Lavoro: parrebbe un dispositivo diverso da quello dei consueti "decreti flussi". Sapete esattamente di cosa si tratta? Il Ministero del Lavoro ha effettivamente emanato questi decreti? E se sì, sono già disponibili le quote per il 2019?

Grazie e a presto
Sergio Bontempelli

Avatar utente
adirmigranti
Messaggi: 1206
Iscritto il: gio nov 24, 2016 5:15 pm

Re: VISTO DI INGRESSO PER STUDIO ART. 44-bis DPR 394/99

Messaggio da adirmigranti » gio lug 11, 2019 4:03 pm

Salve,
rispetto al primo quesito riteniamo necessario verificare se, alla certificazione riconosciuta, corrisponda anche un accreditamento dell'ente di formazione, immaginiamo in questo caso da parte della Regione Toscana. Immaginiamo sia semplice verificarlo chiedendo direttamente alla segreteria dello stesso ente di formazione.
Al secondo quesito rispondiamo affermativamente: il permesso di soggiorno per studio, nell'ambito delle quote annuali, sarà convertibile utilizzando il mod. VA (in allegato le istruzioni disponibili sul portale del Ministero da cui deve essere inoltrata l'istanza: https://nullaostalavoro.dlci.interno.it).
Il decreto del ministero del lavoro immaginiamo sia l'antecedente logico dell'emanazione del successivo decreto flussi, in ogni caso la possibilità di chiedere la conversione. Riportiamo le informazioni di cui al portale del Ministero dell'Interno:

"12.850 quote per lavoro subordinato non stagionale, autonomo e conversioni
ripartite tra ingressi di cittadini non comunitari che abbiano completato programmi di formazione ed istruzione nei Paesi di origine, di lavoratori di origine italiana residenti in Argentina, Uruguay, Venezuela e Brasile, e di cittadini non comunitari per lavoro autonomo; conversioni dei permessi di soggiorno già detenuti ad altro titolo in permessi di soggiorno per lavoro subordinato e per lavoro autonomo

Dalle ore 9 del 16 aprile 2019 è possibile inviare le istanze.
"

A disposizione per ogni eventuale chiarimento,
Cordialmente
Allegati
modello_VA_2019.pdf
(505.27 KiB) Scaricato 205 volte

Rispondi