Italia-Moldova, ecco come funziona l'accordo di sicurezza sociale

In questa sezione sono inserite linee guida su specifici argomenti, schede pratiche, sentenze e giurisprudenza rilevanti.

Se vuoi porci un QUESITO o fare una SEGNALAZIONE puoi iscriverti al portale tramite questo link https://docs.google.com/forms/d/e/1FAIp ... g/viewform
Al termine della procedura di iscrizione riceverei le credenziali di accesso al portale.

Per segnalazioni urgenti chiamate il numero 3939011446 (mercoledì h 9-14, giovedì h 14-17).


Immagine
Questa sezione è realizzata nell'ambito del progetto #ionondiscrimino, finanziato dal FONDO ASILO, MIGRAZIONE E INTEGRAZIONE (FAMI) 2014-2020 OS 2: Integrazione / Migrazione legale – ON 3: Capacity building – lett. l) potenziamento della Rete nazionale dei centri antidiscriminazione.
#ionondiscrimino (PROG-706) prevede una serie di azioni per riconoscere, prevenire e combattere le discriminazioni dirette e indirette fondate sulla razza e sull’origine etnica nei confronti dei cittadini di Paesi Terzi.

Immagine
Rispondi
Avatar utente
adirmigranti
Messaggi: 1522
Iscritto il: gio nov 24, 2016 5:15 pm

Italia-Moldova, ecco come funziona l'accordo di sicurezza sociale

Messaggio da adirmigranti » mer apr 17, 2024 9:42 am

L'Inail fornisce istruzioni sull'applicazione dell'intesa, in vigore dallo scorso anno. La comunità conta oltre 113 mila presenze in Italia

L'INAIL ha diffuso qualche giorno fa una circolare che fornisce istruzioni in merito all’Accordo tra la Repubblica Italiana e la Repubblica di Moldova, sottoscritto a Roma in data 18 giugno 2021, per regolare e sviluppare le relazioni bilaterali in materia di sicurezza sociale. L'intesa è entrata in vigore nel 2023.

"In particolare - scrive Inail - l’Accordo nasce dall'esigenza di consentire alle istituzioni moldave l’esportabilità delle loro prestazioni ai lavoratori che risiedono in Italia, non prevista dalla legislazione della Repubblica di Moldova. Con la sottoscrizione dell'intesa, i due Paesi si impegnano ad assicurare certezza giuridica nelle tutele dei diritti legati all'attività lavorativa, in condizioni di reciprocità, e la trasferibilità dei trattamenti di pensione, delle rendite e delle prestazioni in denaro dovute per infortunio sul lavoro o malattia professionale in favore di tutti i cittadini che hanno prestato e prestano la loro attività lavorativa rispettivamente in Italia o nella Repubblica di Moldova".

Secondo l'ultimo rapporto del MLPS su "La comunità moldava in Italia", con oltre 113 mila presenze al 1 gennaio 2022, l'Italia è il primo paese Ue di destinazione per i cittadini e le cittadine moldave. La comunità ha una forte componente femminile (67%) e si concentra soprattutto in Veneto (26%), Emilia-Romagna (22%) e Lombardia (16%). L'85% dei moldavi in Italia ha un permesso per lungosoggiornanti.

Nel primo semestre del 2022 risultava occupato il 66,7% della popolazione moldava di 15-64 anni presente in Italia, con un andamento tendenziale positivo rispetto ai primi sei mesi del 202127: +2,9%, incremento tuttavia più contenuto di quello rilevato sul complesso della popolazione non comunitaria (+4%). Il tasso di inattività della comunità in esame è pari al 24,5%, in calo del 3,7% rispetto ai primi sei mesi del 2021, mentre il tasso di disoccupazione si attesta sull’11,9%.
fonte e links: https://www.integrazionemigranti.gov.it ... za-sociale
Allegati
Circolare INAIL 9_11 aprile 2024.pdf
(108.96 KiB) Scaricato 164 volte

Rispondi