Sfruttamento lavorativo in agricoltura: commento ASGI alle linee guida

In questa sezione sono inserite linee guida su specifici argomenti, schede pratiche, sentenze e giurisprudenza rilevanti.

Se vuoi porci un QUESITO o fare una SEGNALAZIONE puoi iscriverti al portale tramite questo link https://docs.google.com/forms/d/e/1FAIp ... g/viewform
Al termine della procedura di iscrizione riceverei le credenziali di accesso al portale.

Per segnalazioni urgenti chiamate il numero 3939011446 (mercoledì h 9-14, giovedì h 14-17).

Immagine
Questa sezione è realizzata nell'ambito del progetto #ionondiscrimino, finanziato dal FONDO ASILO, MIGRAZIONE E INTEGRAZIONE (FAMI) 2014-2020 OS 2: Integrazione / Migrazione legale – ON 3: Capacity building – lett. l) potenziamento della Rete nazionale dei centri antidiscriminazione.
#ionondiscrimino (PROG-706) prevede una serie di azioni per riconoscere, prevenire e combattere le discriminazioni dirette e indirette fondate sulla razza e sull’origine etnica nei confronti dei cittadini di Paesi Terzi.

Immagine
Rispondi
Avatar utente
adirmigranti
Messaggi: 1284
Iscritto il: gio nov 24, 2016 5:15 pm

Sfruttamento lavorativo in agricoltura: commento ASGI alle linee guida

Messaggio da adirmigranti » gio nov 25, 2021 10:18 am

Il 7 ottobre 2021, la Conferenza Unificata Stato – Regioni ha sancito l’accordo per l’adozione delle Linee Guida in materia di identificazione, protezione e assistenza alle vittime di sfruttamento lavorativo in agricoltura elaborate nell’ambito del “Piano triennale di contrasto allo sfruttamento lavorativo in agricoltura e al caporalato (2020 – 2022)”.

L’ASGI e il gruppo di esperte/i contro sfruttamento e tratta hanno elaborato un commento rilevando alcune criticità con lo scopo di favorire la corretta attuazione delle misure sviluppate nelle Linee Guida.

Nel commento si propongono alcune raccomandazioni volte a favorire una pronta identificazione e tutela delle vittime di sfruttamento lavorativo, quali:

Costruire un sistema di referral, accompagnamento e inclusione sociale delle persone soggette a sfruttamento lavorativo
Costruire un modello di presa in carico territoriale fondato su Protocolli che coinvolgano tutti i soggetti istituzionali e di società civile competenti
Specificare che, in ogni caso, viene privilegiato il percorso sociale per il rilascio del permesso di soggiorno, ove necessario
Superare la dicotomia “identificazione preliminare/identificazione formale
Costruire un sistema di accoglienza e di supporto all’inclusione socio-lavorativa che va pensato, anche al di fuori dell’alternativa sistema anti-tratta/SAI
Indicare le azioni da intraprendere in un’ottica di genere
Prevedere soluzioni innovative allo scopo di agevolare le assunzioni dei lavoratori sfruttati e per rendere effettivo il diritto di accedere ai rimedi.
fonte: https://www.asgi.it/ingresso-soggiorno/ ... -commento/
Allegati
Commento_Linee-Guida-ASGI-Gruppo-riflessione-tratta_sfruttamento.pdf
(122.67 KiB) Scaricato 32 volte

Rispondi