chiedere il pse Casi speciali prima di depositare il ricorso e altro

Rispondi
Mauri.Clara
Messaggi: 643
Iscritto il: lun gen 16, 2017 8:50 am

chiedere il pse Casi speciali prima di depositare il ricorso e altro

Messaggio da Mauri.Clara » gio mar 19, 2020 6:45 pm

Nel mese di febbraio ero stata contattata dall'educatrice di un gruppo appartamento qui ubicato e gestito da una Cooperativa sociale perché in questo gruppo appartamento é stata collocata dal Servizio sociale di un altro comune una giovane madre extracomunitaria con la sua bimba.
In realtà la madre é stata inserita in questo gruppo appartamento pochi giorni prima della nascita della figlia.
L'educatrice si era rivolta a me circa un mese fa perché la giovane era titolare di un permesso di soggiorno per richiesta asilo rilasciato dalla Questura di Lucca, dove la giovane era in precedenza ospite di un CAS; il permesso era scaduto da alcuni mesi. In realtà gli operatori del gruppo appartamento pensavano che per quanto riguarda il permesso di soggiorno la giovane fosse sempre in carico alla Questura di Lucca.
Quando hanno saputo che essendo domiciliata nel nostro comune la richiesta di rinnovo del permesso di soggiorno doveva essere inoltrata alla nostra Questura si sono rivolti al nostro ufficio per chiedere un appuntamento alla Questura.
Avendoli oggi contattati per sapere se c'erano stati cambiamenti rispetto alle informazioni di cui ero già a conoscenza l'educatrice mi ha detto che il 27/02 l'assistente sociale che ha in carico la giovane madre e la minore ha notificato alla madre la decisione della Commissione territoriale; precisamente la CT all'inizio di febbraio ha deciso il diniego del riconoscimento della protezione internazionale, invitando la Questura a rilasciare alla medesima il permesso di soggiorno "casi speciali". L' educatrice aggiungeva che sembra che gli operatori del progetto che seguivano la giovane quando era ospite del CAS, la stiano aiutando a presentare un ricorso.
Aggiungo che il padre della minore è inserito in uno SPRAR sito in altra provincia e che alla bimba di pochi mesi é stato rilasciato un permesso di soggiorno elettronico collegato a quello del padre.
Mi sembrava ragionevole che fossero gli operatori di questo progetto le persone più idonee a rapportarsi con la locale questura su un caso di cui finora la nostra Questura non é a conoscenza, mi viene riferito che non possono.
Poiché riconosco i miei limiti nella conoscenza della normativa in vigore riguardante i richiedenti asilo e poiché non posso disattendere la richiesta di collaborazione rivoltami dall' educatrice dell'appartamento ubicato nel nostro comune chiedo la vostra collaborazione affinché mi sappiate precisare innanzitutto se la giovane debba comunque chiedere alla locale questura un permesso per "Casi speciali" in attesa di depositare il ricorso, in secondo luogo come ci si debba comportare per il permesso della minore che è collocata con la madre nel gruppo appartamento; suppongo che la minore abbia diritto al permesso più favorevole ovvero il titolo riconosciuto al padre ma che il nome della minore debba comparire anche sul permesso della madre.
in attesa della vostra consueta collaborazione ringrazio

Avatar utente
adirmigranti
Messaggi: 1206
Iscritto il: gio nov 24, 2016 5:15 pm

Re: chiedere il pse Casi speciali prima di depositare il ricorso e altro

Messaggio da adirmigranti » lun mar 23, 2020 3:26 pm

Gentile Mauri,
la signora in questione, se intende depositare un ricorso sulla decisione della CT ha diritto ad ottenere il rinnovo del permesso per richiesta asilo, questo per altro è l'unica condizione per cui non perda il diritto all'accoglienza. E' quindi necessario recarsi in Questura o, in attesa che questo sia possibile nel caso di chiusure temporanee, far arrivare intanto tramite comunicazione pec alla Questura il ricorso o gli estremi del deposito del ricorso tempestivamente.

Cordialmente

Mauri.Clara
Messaggi: 643
Iscritto il: lun gen 16, 2017 8:50 am

Re: chiedere il pse Casi speciali prima di depositare il ricorso e altro

Messaggio da Mauri.Clara » lun mar 23, 2020 3:56 pm

Ringrazio, quindi é necessario avere il prima posssibile il deposito del ricorso.
Preciso tuttavia ma non credo che incida su una revisione della vostra consulenza che la giovane é in un gruppo appartamento non in un CAS, suppongo a tutela sua e della minore: é stata collocata in questa struttura poco prima del parto. Mi riferiva l'educatrice del gruppo appartamento che lei si era allontanata dal CAS dove si trovava e forse per questo motivo gli operatori del progetto che avevano in carico la giovane quando era nel CAS continuano a seguirla ma forse senza una veste ufficiale; mi scuso per le notiziie un pò imprecise, l'educatrice mi dice che non conosce la normativa dei permessi di soggiorno e che rapportandosi con chi ha seguito la giovane in precedenza non riesca non riesco riferire informazioni più precise oltre a quelle già da me riportate.

Non sapevo se fosse possibile chiedere il permesso per casi speciali e dopo fare valere il ricorso. Suppongo che l'avvocato debba depositare il ricorso entro 30gg dalla notifica della decisione della CT all'interessata; é così? In tale caso saranno 30gg dal 27 febbraio: é corretto?

Avatar utente
adirmigranti
Messaggi: 1206
Iscritto il: gio nov 24, 2016 5:15 pm

Re: chiedere il pse Casi speciali prima di depositare il ricorso e altro

Messaggio da adirmigranti » mer mar 25, 2020 10:56 am

Gentile Mauri,
provo a risponderle schematicamente in modo che sia in grado di fornire la consulenza adattandola ai dettagli del caso di specie quando riuscirà a ricostruirli tutti precisamente.
1) Se, con valutazione con il legale di fiducia la ragazza ha valutato di fare ricorso contro la decisione presa dalla Commissione Territoriale questo va proposto entro trenta giorni dalla notificazione del provvedimento;
2) Con il ricorso la ragazza ha diritto ad ottenere il rinnovo del suo permesso da richiedente asilo e tutti i diritti connessi (compreso quello all'accoglienza), da valutare poi nel suo caso specifico
3) Per questo è necessario andare in Questura portando il ricorso e non ritirare il permesso connesso alla decisione della Commissione Territoriale.
Il gruppo appartamento è un modo di definire moltissime forme di supporto e accoglienza, compresa l'accoglienza in CAS, per cui nel caso serve chiarire in che tipo di struttura di supporto è, perchè non ha più diritto all'accoglienza.

Il gruppo appartamento, infine, è un modo di definire moltissime forme di supporto e accoglienza, compresa l'accoglienza in CAS, per cui nel caso serve chiarire in che tipo di percorso sia la ragazza, perchè non ha più diritto all'accoglienza, ecc. Nel caso in cui questo fronte sia oggetto di consulenza.

Sperando di averle chiarito al meglio la procedura, nel caso di ulteriori chiarimenti le chiediamo di avere tutti i dettagli del caso concreto.

Le auguriamo buon lavoro, con tutte le complessità di questo momento difficile.
Cordialmente.

Mauri.Clara
Messaggi: 643
Iscritto il: lun gen 16, 2017 8:50 am

Re: chiedere il pse Casi speciali prima di depositare il ricorso e altro

Messaggio da Mauri.Clara » mer mar 25, 2020 11:44 am

Vi ringrazio ieri sera ho parlato con l'educatrice e ho spiegato quanto già da voi segnalato nella precedente consulenza.
L'educatrice mi ha detto che l'avvocato che seguiva la ragazza all'interno del Progetto LUMIT ( finalmente ho avuto ora la possibilità di cercare qualche chiarimento e vedo che è un importante progetto della Cooperativa Odissea se non erro) sta preparando il ricorso che deve depositare entro fine mese. E fin qui mi sembra che grazie alle vostre spiegazioni abbiamo capito almeno lo stretto necessario; la vostra attuale consulenza é chiarissima e quindi riferirò confermando quanto avevo spiegato ieri sera.
Tuttavia poichè non capisco perché l'avvocato non si occupi in prima persona di inviare il ricorso e l'avvenuta registrazione del deposito del ricorso non appena sarà pronto ( mi sembra di ricordare che la Questura voglia avere la comunicazione dell'avvenuta registrazione del deposito del ricorso) ho richiesto spiegazione all'educatrice ieri sera per telefono : ho chiesto se é dovuto al fatto che la ragazza si era allontanata dal CAS che aveva sede a Lucca e mi é stato detto di no, il motivo serebbe dovuto al fatto che questo progetto sembra non sia stato più presentato.
AIUTO!!!! Continuo a non capire perché se l'avvocato deposita il ricorso non può inviarlo per pec alla Questura di Massa visto che la giovane trovandosi a Massa non può più esser in carico alla Questura di Lucca?
la ragazza confermo che attualmente non è in un CAS : è stata collocata dal Servizio sociale di un comune vicino, ma di altra provincia poco prima del parto e si trova in accoglienza in questo gruppo appartamento sito nella nostra territorio che non ha nulla ache vedere con i CAS; attualmente è ivi collocata con la sua bambina ; aggiungo anche perchè prima non avevo capito dall'educatrice che la speranza della giovane é quella di potere vivere in futuro con il padre della bimba, attualemnte ospite di uno SPRAR.
Hanno fra di loro buoni .

grazie veramente e speriamo che finisca questa emergnza non è facile neppure per chi gestisce le comunità
l'educatrice mi ha chiamato ieri sera, nel pomeriggio era occupata in attività ludiche con i bimbi ospiti delle loro strutture.

Avatar utente
adirmigranti
Messaggi: 1206
Iscritto il: gio nov 24, 2016 5:15 pm

Re: chiedere il pse Casi speciali prima di depositare il ricorso e altro

Messaggio da adirmigranti » mer mar 25, 2020 7:42 pm

Gentile Mauri,
capiamo la difficoltà del lavoro in questa fase, rimaniamo a disposizione nel caso emergano altre problematiche.
Consigliamo naturalmente di trovare un raccordo con il legale, se possibile, ovviamente nel rispetto dei ruoli.

Cordialmente

Rispondi