minori egiziani nati in egitto da padre egiziano ma con cittadinanza italiana

Rispondi
Mauri.Clara
Messaggi: 643
Iscritto il: lun gen 16, 2017 8:50 am

minori egiziani nati in egitto da padre egiziano ma con cittadinanza italiana

Messaggio da Mauri.Clara » ven ott 09, 2020 8:30 pm

Un cittadino egiziano ma già con cittadinanza italiana questa estate é entrato in Italia con moglie e figli al seguito; si é recato in Questura e anche se allo sportello ha detto che i suoi figli erano italiani essendo nati in Egitto quando lui era già cittadino italiano, essendo entrati con passaporto egiziano non é stato capito dagli operatori, con le mascherine... é difficile comunicare con chiarezza.
Ed effettivamente non era facile capirlo, mi stavo sbagliando anch'io e il collega dell'anagrafe; il collega non capiva perché lo stato civile avesse rilasciato i certificati di nascita: ovviamente questa confusione é durata pochi minuti; anche perché la collega dello stato civile ci ha subito spiegato che i figli erano appunto nati in Egitto quando il padre era italiano.
Riprendo dicendo che effettivamente per l'operatore di sportello della questura poteva non essere di immediata evidenza; il padre aveva mostrato i certificati di nascita, ma sul certificato di nascita non é riportata la cittadinanza;l'operatore della questura avrebbe dovuto sapere che lo stato civile non può rilascire il certificato di nascita di minori nati all'estero a meno che non sia stato trascritta la loro nascita quando si tratta di cittadini italiani.Ovviamente i riferimenti normativi che compaiono sui certificati di nascita non sono quelli che vengono riportati sui certificati di nascita rilasciati dallo Stato civile per i bamini che nascono in Italia da genitori stranieri.
Ho accompagnato subito il genitore in questura per spiegare all'operatore che non si trattava di minori stranier: ma la Questura voleva vedere scritto che sono cittadini italiani.
Ritornati in Comune la collega di Stato Civile ci ha fatto un estratto di nascita da cui si evince chiaramente che i minori sono nati da cittadino italiano.
Preciso che sono venuta a conosocenza del caso quando dall'Ufficio anagrafe mi hanno inviato il padre affinché lo aiutassi a compilare la domanda di iscrizione anagrafica dei due figli (In età di scuola materna) e della moglie.
Ovviamente non mi sembrava ci fosse alcun problema per l'iscrizione dei minori e della moglie: avevano la ricevuta rilascita dalla Questura per il rilascio di una carta in quanto famigliari di cittadini UE e il passaporto egiziano; tuttavia quando ho chiesto il certificato di nascita e il padre mi ha mostrato quello del nostro stato civile mi sono meravigliata e quindi sono andata a chiedere spiegazioni.

Preciso ancora inoltre la questura avendoli scambiati per cittadini egiziani non ne aveva voluto sapere di scrivere i nomi come da certificato di nascita esibito dal padre e infatti le ricevute dei minori riportano i nomi e il congnome come si deve fare in base all'Accordo fra Italia ed Egitto del 2012, attribuendo come cognome l'ultimo della sequenza e il primo virgolettato che compare nella banda ICAO
Preciso anche che i minori e la moglie hanno anche la tessera sanitaria con nome e cognome costruiti come sopra precisato in base all'Accordo fra Italia ed Egitto.
Preciso ancora che mi sono accorta solo alcuni giorni dopo il rpimo incontro con la famiglia, osservando le ricevute rilasciate dalla Questura, che la famiglia si era presentata in Questura non pochi giorni prima di essersi recata ai nostri uffici comunali, ma in giugno; sono venuti invece per l'iscrizione anagrafica solo alla fine di settembre.
Essendomi accorta tardivamente di questo e vedendo che vedno che la Questura non ci capiva, ho consigliato il padre di ritornare in Comune per fare l'iscrizione anagrafica perché con l'iscrizione anagrafica è possibile poi avere un certificato in cui viene dichiarata la cittadinanza.
Ritenni che il giorno dopo avremmo potuto convincere più facilmente gli operatori di sportello della questura perché anche l'estratto di nascita non era di immediata comprensione.
Tuttavia si è presentato un altro problema ed é su questo che per prudenza vi inoltro la consulenza, anche se il collega dell'anagrafe che conosce veramente bene la normativa dell'anagrafe e dello stato civile, mi ha dato una spiegazione che condivido , ma che voglio rimettere alla vostra attenzione per uno scambio di esperienze.
Il problema si pone in questi termini lo stato civile ha dovuto trascrivere in modo integrale l'atto di nascita inviato dall'Egitto quando i bamini sono nati; il nome e cognome dei minori non sono nel certificato di nascita rilascito dal nostro Stato Civile costruiti come da Accordo fra Italia ed Egitto.
L'anagrafe partendo dai passporti avrebbe potuto iscriverli partendo dai passaporti, ma rimaneva questa diversità fra i nomi scritti allo Stato civile e quelli che sarebbero stati scritti in angrafe come da accordo fra Italia ed egitto.

Lo Stato civile e anche l'anagrafe concordano che per cambiare il certificato di nascita nei registri di stato civile é necessaria una dichiarazione di identità rilascita dal consolato egiziano in Italia.
La collega di Stao civile ha già potuto modificare invece il certificato di matrimonio perché per la moglie nome e cognome nel certificato di matrimonio inviato dall'Egitto e già registrato nel nostro comune erano scritti in un'unica sequenza senza distinguere quale era il nome e quale il cognome.
Nel caso dei figli invece nel certificato di nascita inviato dall'Egitto era precisato il nome dei bambinie quindi la collega mi ha spiegato che ha bisogno di questa dichiarazione del loro consolato.
Alla fine moglie e figli non sono per ora iscritti in anagrafe per la questura sono sempre stranieri, il padre non riesce a fare l'ISEE e rischia di pagare a breve la quota intera per la mensa della scuola primaria.
Il padre a breve chiederà un giorno di permesso dal lavoro e si recherà al consolato per chiedere la dichiarazione di identità; e comunque a inizio settimana si ritornerà in questura dove il padre dichiarerà che i figli sono italiani, mostrando anche l'estratto di nascita per evitare che vengano rilasciate le carte di soggiorno ai minori che dalla nascita sono cittadini italiani.

perché gli Uffci lavorano così poco in rete? e comunque potete eventulmente darci conferma e suggirimenti su quanto sopra esposto?
concludo precisando che il padre continuerà ad essere scritto con nome e cognome non come da Accordo perché così sono stati acquisiti nome e cognome qunando credo nel 2013 é diventato cittadino italiano

Avatar utente
adirmigranti
Messaggi: 1206
Iscritto il: gio nov 24, 2016 5:15 pm

Re: minori egiziani nati in egitto da padre egiziano ma con cittadinanza italiana

Messaggio da adirmigranti » lun ott 12, 2020 12:01 pm

Salve,
sinceramente non comprendendo quale sia l'odierno quesito, le ribadiamo la necessità in casi come questo di un confronto diretto con anagrafe e stato civile, se ritenuto opportuno dalle colleghe.

Al link che segue la scheda del Ministero degli Esteri:
https://www.esteri.it/mae/it/servizi/it ... ita_0.html

In allegato la circolare 397/2008 con la quale il Ministero dell'Interno fornisce indicazioni sul cognome da attribuire al momento della trascrizione degli atti di nascita.

Cordialmente
Allegati
Circ. Min. Int. 397del 2008.pdf
(347.83 KiB) Scaricato 79 volte

Mauri.Clara
Messaggi: 643
Iscritto il: lun gen 16, 2017 8:50 am

Re: minori egiziani nati in egitto da padre egiziano ma con cittadinanza italiana

Messaggio da Mauri.Clara » lun ott 12, 2020 5:15 pm

La domanda é molto semplice questi minori cittadini italiani ed egiziani nati in Egitto è opportuno che conservino il loro cognome e nome come risulta al nostro Stato civile dove é stato trascritto l'estratto di nascita quando sono nati in Egitto, oppure é opportuno che siano iscritti in anagrafe basandoci sull' Accordo fra Italia ed Egitto del 2012?
La Questura non capendo che erano cittadini italiani dalla nascita ha rilasciato una ricevuta di richiesta di carta di soggiorno per famigliare di cittadino UE distinguendo nome e cognome in base all'Accordo tra Italia ed Egitto. Anche il codice fiscale è stato rilasciato in modo coerente alle ricevute della Questura.
Ma trascurando il problema dei permessi, chiedo: il cognome di questi minori deve essere quello che si legge nel certificato di nascita rilascitao dal nostro Stato civile oppure deve essere modificato in base all'Accordo fra Italia ed Egitto?
La madre essendo egiziana sarà iscritta in anagrafe distinguendo nome e cognome come da Accordo fra Italia ed Egitto,
Il Padre che credo sia cittadino italiano dal 2013 ha mantenuto nome e cognome come era in uso prima dell'Accordo.

Ovviamente inoltro la vostra riposta e la mia domanda ai colleghi dell'anagrafe e dello Stato civile così se riterranno opportuno vi scriveranno direttamente; ma se gentilmente questa mia ulteriore richiesta serve per meglio mettere a fuoco la mia perplessità anche la vostra successiva risposta sarà inviata ai colleghi di anagrafe estato civile; con cui collaboro quotidianamente.

Avatar utente
adirmigranti
Messaggi: 1206
Iscritto il: gio nov 24, 2016 5:15 pm

Re: minori egiziani nati in egitto da padre egiziano ma con cittadinanza italiana

Messaggio da adirmigranti » mar ott 13, 2020 10:48 am

Avete letto lei e le colleghe la circolare allegata alla ns. precedente? ci sembra di no dato che la stessa risponde esattamente alla sua domanda...
cordialmente

Rispondi